ladro furti furto

Nelle frazioni e nei quartieri di Forlì, negli ultimi mesi, si sono registrati diversi furti e tentati furti: la situazione è preoccupante. La scorsa notte i ladri sono entrati per la seconda volta all’interno di un’abitazione di Ca’ Ossi. Il quartiere è stato martoriato nel tempo dalle razzie che continuano tuttora. E la gente adesso ha paura. Nel caso della notte scorsa i ladri sono entrati nella pertinenza di una villetta a schiera e hanno rubato soltanto un televisore perché messi in fuga dall’arrivo del proprietario. Lo stesso si è creato una sorta di allarme artigianale stendendo delle foglie secche sul giardino. E proprie queste hanno messo in allerta il padrone di casa“. L’allarme viene lanciato dal consigliere comunale della Lega Daniele Mezzacapo, che già da tempo, e ripetutamente, si è soffermato sulla problematica dell’aumento della criminalità soprattutto nelle zone periferiche della città. “I dati sui furti che dicono essere in calo, non sono reali. Purtroppo molto cittadini non denunciano, soprattutto quando il bottino è esiguo. E proprio per questo occorre fare molto di più“.
L’allarme furti a Forlì quindi resta alto, ma è nelle zone periferiche che i ladri tentano maggiormente di rubare – ha spiegato Mezzacapo – Occorre maggiore controllo sul territorio e una presenza più incisiva delle forze dell’ordine“.
Il consigliere comunale ha ammesso che polizia e carabinieri fanno tanto, ma – ha aggiunto: “sono in difficoltà dal punto di vista dei mezzi e del personale che hanno a disposizione. Un problema questo che speriamo venga risolto o limitato al più presto grazie alla sensibilità dal Ministro dell’Interno Matteo Salvini che sul tema della sicurezza si è speso tanto da sempre“.
Poi Mezzacapo fa appello al sindaco Davide Drei al quale chiede un contributo. “Occorre mettere più pattuglie della Polizia Municipale nei quartieri e nelle zone periferiche. Pattuglie contro i furti e la criminalità, intendo. Molti altri Comuni hanno provveduto a cambi di turnazione proprio per arginare il fenomeno dei furti nelle abitazioni. Un reato molto fastidioso, che come dicono i dati, viene consumato per il 70 per cento tra le 18 e le 22. Non occorre quindi fare lavorare i vigili di notte, ma basterebbe concentrare più personale in questa fascia con pattuglie mirate”.