Conferenza di Gianluca Brusi su “Forlì ai tempi di Dante”

0
Letture: 363

Venerdì 14 settembre, alle ore 18,00 a Palazzo Romagnoli in via C. Albicini 12 a Forlì Gianluca Brusi relazionerà sul tema “Forlì ai tempi di Dante”.
Nel corso del’incontro, penultimo di questa edizione, si cercherà di tracciare un ritratto urbano di Forlì in un momento di passaggio epocale, quando la città è già ben conformata (tra XII e prima metà del XIII), ma non è ancora ben riconoscibile e risulta pure molto provata dai terribili scontri esterni ed interni del secondo ‘200 e del primo ‘300. Ci si trova in un momento incertissimo, in cui stanno concludendosi certi processi di trasformazione e ne stanno iniziando altri. In particolare, il vasto e frammentario processo di consolidamento e ridisegno della forma urbana del ‘300 e del ‘400 è appena iniziato, ma già la città ha assunto un primo carattere borghese, senza gentilezza, ed è segnata da cantieri, specie religiosi, da rinnovate ma fragili difese e da rovine. È la stagione in cui sorge la signoria Ordelaffi con l’ultimo guizzo di potenza territoriale forlivese.

Gianluca Brusi è nato a Forlì nel 1967. Laureato in lettere moderne all’Università di Bologna nel 1992/93: è membro dell’Accademia degli Incamminati di Modigliana, dal 1998. Ha pubblicato numerosi saggi, studi e pubblicazioni a carattere storico-urbanistico su Forlì medievale, rinascimentale e napoleonica, ma pure lavori su Premilcuore e Meldola. Numerosi i suoi interventi in conferenze sulla storia urbana di Forlì e di altri centri della Romagna; la sua partecipazione alla mostra su Melozzo (1993-94) e ad altre; le relazioni storiche per interventi nel centro di Forlì e Premilcuore; la collaborazione alla redazione della carta di rischio archeologico del centro di Forlì (1998). Ha ideato e condotto visite guidate e itinerari tematici a Forlì e in altri centri della provincia.
Gli eventi di “Dante. Tòta la Cumégia” sono a ingresso libero.