Il senso di Manuela Rontini per l’indipendenza

0
Letture: 599

Di fronte alla presenza di Ivano Marescotti tra gli spettacoli in programma il 25 agosto alla Festa Nazionale dell’Unità di Ravenna, Manuela Rontini, consigliera regionale del PD, si dice contraria. Dalla sua pagina Facebook ieri scriveva:
“Ho sempre ritenuto fosse sbagliato invitarlo quest’anno alla Festa. Anche come artista (che, tra l’altro, stimo): non ho infatti memoria di un suo spettacolo conclusosi senza il solito ‘comizietto’ politico. Dopo l’intervista di oggi (a un giornale locale Marescotti ha detto che è antipatizzante del Pd, ndr) ho le idee ancora più confuse (o forse no…). Non ho capito in che veste viene. A me hanno insegnato che quando si va in casa d’altri non si offende, né si pretende di dettar legge. Ma sarò all’antica… #anoitafazzicifaunbaffo #nonsonodaccordomamiadeguo.”
Oggi sempre su Facebook, commenta e spiega il motivo della sua contrarietà:
“Penso fosse giusto, oltre che legittimo, dare rappresentanza politica ad una posizione, anche pubblicamente, di contrarietà a quell’invito. Tutto qui…”
Se Renzi ha politicamente sotterrato il PD, i renziani hanno senz’altro il merito di aver “sbadilato” con lui.