Maurizio Berlati

Il Padiglione delle Terme di Castrocaro pieno in ogni ordine di posto, con molte persone in piedi, ha fatto da cornice alla cerimonia di insediamento del nuovo governatore del Distretto Lions 108 A, il forlivese Maurizio Berlati, che è subentrato a Carla Cifola. Quest’ultima nel suo intervento ha sottolineato che seguire per un anno le attività di 87 club localizzati in Romagna, Marche, Abruzzo e Molise è stato un impegno molto oneroso ma ricco di soddisfazioni. “Ho potuto toccare con mano, ha detto Carla Cifola, la capacità di lavorare dei soci lions a favore delle persone più bisognose, o per far fronte a emergenze, come quella del terremoto che due anni fa ha colpito una vasta zona del Centro Italia”.
Anche Maurizio Berlati, nel discorso di insediamento, ha messo in rilievo la necessità di indirizzare al meglio le potenzialità dei club. “I Lions si caratterizzano da tutte le altre associazioni di volontariato, ha proseguito Berlati, perché, non fanno beneficenza fine a sé stessa, ma usano le proprie disponibilità finanziarie come strumento per realizzare service, cioè progetti a favore di chi ha più bisogno di noi”. Il nuovo governatore ha invitato, infine, i soci Lions a collaborare con il mondo del volontariato eleborando progetti condivisi tesi ad affrontare le emergenze sociali di carattere internazionale, che spesso hanno seri risvolti a livello locale, dalla lotta contro la fame alla tutela dell’ambiente, dal sostenere le oncologie pediatriche alla prevenzione contro il diabete, e altre battaglie similari come intervenire nelle scuole per sostenere progetti educativi che combattono il proliferare del cyber-bullismo. Dobbiamo impegnarci per servire i cittadini del mondo, senza che vi siano distinzioni di razza, idioma e colore della pelle”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl comandante della Municipale designato rifiuta. Le opposizioni: “L’ultimo atto di una disastrosa gestione di Drei”
Articolo successivo“P.Assaggi di vino”
Ex sindaco di Dovadola, classe 1953, dal 1978 al 1985 dipendente del Comune di Dovadola. Come volontario in ambito culturale è stato dal 1979 al 1985 responsabile della programmazione del Cinema Saffi e dell'Arena Eliseo di Forlì e dal 1981 al 1985. Coordinatore del Centro Cinema e Fotografia del Comune di Forlì. Nel giugno 1985 eletto Consigliere comunale e nell'ottobre 1985 nominato Assessore comunale di Forlì con deleghe alla cultura e allo sport. Da quell'anno ha ricoperto per 24 anni consecutivi il ruolo di amministratore dello stesso Comune assolvendo per tre mandati le funzioni di Assessore e per due a quella di Presidente del Consiglio comunale. Dirigente e socio di associazioni culturali, sociali e sportive presenti in città e nel comprensorio. Promotore di iniziative a scopo benefico. E' impegnato a valorizzare il patrimonio culturale, storico e artistico di Forlì e della Romagna. A tale scopo dal 1995 ha organizzato una media di oltre 80 appuntamenti annuali, promuovendo anche interventi di recupero del patrimonio architettonico di alcuni edifici importanti o delle loro parti di pregio. Autore di saggi e volumi, collabora con settimanali, riviste locali e romagnole. Dirigente dal 1998 di Legacoop di Forlì-Cesena in qualità di Responsabile del Settore Servizi. Nel 1997 è stato insignito dell'onorificenza di Cavaliere Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana.