Maximilian Girardi tenuta diavoletto bertinoro

Per il secondo anno consecutivo la migliore Albana di Romagna è quella di Tenuta Diavoletto di Bertinoro. A decretarlo è il concorso “Albana Dèi” organizzato sotto l’egida del Consorzio Vini di Romagna, di cui giovedì 12 luglio sono stati rivelati i risultati in occasione della cerimonia di premiazione tenutasi a Casa Spadoni di Faenza.
La giuria tecnica del concorso – composta da critici delle principali guide del settore, esperti enogastronomici e sommelier professionisti – ha attribuito i tre punteggi più alti rispettivamente alla Romagna Albana Docg “Cinquecento” 2017 di Tenuta Diavoletto. Il secondo e il terzo posto sono andati rispettivamente alle etichette “Valleripa” di Tenuta Casali di Mercato Saraceno e “Fondatori GP” dell’azienda agricola Merlotta di Imola. Le valutazioni sono state attribuite attraverso la degustazione alla cieca dei 48 vini in gara.
L’azienda vitivinicola di Bertinoro fa quindi il bis del primo posto raggiunto già nella scorsa edizione del concorso, a conferma dell’altissima qualità raggiunta sul vino più nobile dell’enologia romagnola.
Siamo davvero felici per questo nuovo premio – commenta raggiante il titolare Maximilian Girardi (nella foto) – soprattutto perché arriva in un momento in cui il livello qualitativo dell’Albana si sta alzando sempre più in tutta la Romagna. Questo è il dato più importante: abbiamo un’uva straordinaria e puntando sulla qualità in vigna e in cantina possiamo competere senza paura con altri territori rinomati per la produzione di vini bianchi”.