Polizia Municipale Forlì

“Fai un pit stop per salvarti la vita” si tratta di una campagna per la sicurezza stradale iniziata in questi primi giorni dell’estate e che avrà durata fino alla metà del mese di settembre in concomitanza delle vacanze estive, che prevede il potenziamento dei servizi di controllo di polizia stradale. L’attività viene svolta con il supporto dell’Asaps – Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale – da sempre impegnata su tutto il territorio nazionale per la promozione di iniziative rivolte alla tutela e alla sicurezza degli utenti della strada e con la quale la Polizia Municipale di Forlì collabora da diversi anni. Anche grazie all’assunzione di 8 agenti a tempo determinato, verranno intensificati i controlli stradali sia di giorno, ma anche di notte, con almeno un servizio a settimana, nella fascia da mezzanotte alle 6,00 del mattino.
I servizi verranno effettuati sulle maggiori arterie stradali del territorio forlivese interessate da incidenti come viale Bologna, viale Dell’Appennino, via D. Raggi, via Firenze, vialle Roma, via Ravegnana e via Cervese, queste ultime interessate dal traffico diretto verso le zone della riviera. Tali servizi saranno mirati al contrasto del mancato rispetto delle norme comportamentali e in particolare all’uso di cellulare alla guida, al controllo della guida in stato di ebbrezza ed anche sulla regolarità dei veicoli in generale.
Dalle statistiche nazionali emerge, purtroppo, che una delle principali cause dell’incidentalità stradale sia dovuta all’uso del telefono cellulare durante la guida del mezzo e per tale motivo si intenderà provvedere a disporre servizi di contrasto attraverso pattuglie anche motociclistiche, che effettueranno un controllo dinamico del territorio che garantirà maggiore efficacia verso la repressione di questi fenomeni.
Verranno inoltre previste pattuglie “in borghese” che effettueranno alcuni servizi mirati a tal scopo. L’uso del telefono cellulare alla guida, è punito dal Codice della strada con una sanzione di 161 euro (diventano 112,70 con il pagamento agevolato entro cinque giorni) e la decurtazione di 5 punti dalla patente. Il comportamento sanzionabile riguarda l’uso dell’apparecchio telefonico impegnando la mano, quindi non solo le conversazioni ma anche i messaggi o qualunque operazione che comporti distrazione. E’ prevista anche una sanzione accessoria se la violazione viene commessa una seconda volta nel biennio: la sospensione della patente da uno a tre mesi.
I dati relativi all’attività di infortunistica stradale del Corpo di Polizia Municipale rapportata ai primi 6 mesi del 2017 e dell’anno in corso sono i seguenti:
Anno 2017 (primo semestre). Totale sinistri rilevati: 449 di cui 219 con lesioni (253 persone ferite), 227 con danni a cose e 3 con esito mortale.
Anno 2018 (primo semestre). Totale sinistri rilevati: 427 di cui 207 con lesioni (255 persone ferite), 216 con danni a cose e 4 con esito mortale.
Nel primo semestre 3591 sono state le persone sottoposte a controllo del tasso alcolemico e, a seguito di tali controlli sono state accertate 37 violazioni per guida in stato di ebbrezza e 3 violazioni per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti.
Sono state inoltre accertate 143 violazioni per automobilisti che circolavano senza la prescritta copertura assicurativa, 190 violazioni per la guida senza far uso delle prescritte cinture di sicurezza, 512 violazioni per la circolazione di veicoli con mancata revisione, 264 accertamenti a carico di auto in sosta irregolare negli spazi riservati alle persone disabili, 60 violazioni per automobilisti che facevano uso di telefono cellulare durante la guida, 1209 violazioni per la guida di veicoli a velocità superiore ai limiti consentiti.
Il rapporto di questi ultimi dati rispetto all’attività del primo semestre dello scorso anno risulta essere lo stesso, tenuto conto della presenza del personale stagionale che nel 2017 era operante nel nostro territorio già dai primi mesi dell’anno.