Elisa Deo sindaco di Galeata

Nella convalida delle cariche consiliari dell’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese  – scrive in una nota Elisa Deo Sindaco di Galeata – dopo le elezioni amministrative di giugno, essere riconfermata alla guida dell’assise come Presidente del Consiglio, mi riempie di orgoglio. Un atto di stima e fiducia prima di tutto da parte dei 14 colleghi Sindaci e poi dai Consiglieri di tutte le correnti politiche, maggioranza e minoranza, che hanno conferito a me questo importante ruolo politico come figura di garanzia per continuare ad affrontare la sfida del riordino istituzionale dell’Unione di Comuni più grande d’Italia. La dimostrazione che si possono raggiungere grandi risultati anche senza simboli, che la credibilità non ha colore, che si può essere garanti di buona politica in totale indipendenza, che si può rappresentare un intero territorio pur essendo il Sindaco di un piccolo Comune. Accetto con onore l’incarico poiché, pur essendo “abbastanza giovane” anagraficamente, sono una delle più anziane dal punto di vista amministrativo, ho partecipato alla nascita dell’Unione, ho assistito alle trasformazioni di questi anni, ho sempre agito in coscienza per il bene della collettività e non mi sono mai sottratta alle mie responsabilità. Tuttavia continuerò ad essere critica quando serve, a vigilare sul funzionamento e trasparenza dell’Ente per una maggior efficienza e qualità dei servizi, ad impegnarmi appieno ed in modo propositivo laddove ci sia necessità di cambiamento, ad essere libera nei giudizi e svincolata da percorsi imposti. Questo prima di tutto significa essere onesti e rispettosi verso i cittadini oltre che verso sé stessi. Sarebbe fin troppo facile stare seduta sui banchi del Consiglio e puntare solamente il dito. Ma non fa parte di me, io voglio essere artefice e parte attiva del cambiamento ed ancora una volta ci metto la faccia.
Grazie a chi ha creduto in me, ricambierò con il massimo dell’impegno e della collaborazione per la buona gestione della cosa pubblica“.