Ultimo appuntamento, prima della pausa estiva, venerdì 15 giugno alle ore 17,00, al Palazzo del Monte di Pietà di Forlì, in corso Garibaldi 45, con la rassegna “Incontri a Palazzo” dedicata dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì a promuovere gli autori e gli editori romagnoli.
Protagonista dell’incontro sarà, infatti, il saggista – oltre che romanziere – forlivese Paolo Cortesi, con la sua ultima ricerca sulla figura e l’opera di Nostradamus, edita da Carocci col titolo “L’officina di Nostradamus. Il futuro inventato delle Profezie“.
Nostradamus ha davvero previsto con secoli di anticipo le due guerre mondiali, l’assassinio di Kennedy, la Guerra Fredda, l’attacco alle Torri Gemelle? In questo saggio Cortesi ricostruisce il mondo intellettuale e l’ambiente culturale in cui il celebre astrologo francese – alle prese con clienti entusiasti e caustici colleghi – visse e operò. Attraverso un’attenta analisi delle fonti testuali, le Profezie vengono così ricondotte alla loro dimensione storica e ne viene restituito il messaggio originario, che appare in piena sintonia con il XVI secolo piuttosto che con il futuro.
Scrittore e saggista, Paolo Cortesi ha curato l’edizione delle Profezie (Newton Compton, 2014). Oltre a diversi articoli apparsi su “Query” e “Focus Storia”, ha pubblicato Stelle e impero. Il mito del monarca universale nelle profezie di Nostradamus (Arktos, 1990), Nostradamus profeta di corte (Solfanelli, 1993), La filosofia di Nostradamus (sear, 1994).
L’incontro – che sarà introdotto dallo storico forlivese Mario Proli – si vale del patrocinio del Cicap, Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze.
L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti disponibili nella Sala Assemblee del Palazzo del Monte di Pietà.