Quattro straordinarie giornate di allegria hanno conquistato l’intero quartiere Romiti di Forlì. Un bilancio molto positivo quello della festa di giugno “Romitinfesta2018“, con un successo riconosciuto unanimemente al Comitato di quartiere Romiti presieduto da Maurizio Naldi, non soltanto da un punto di vista quantitativo, ma anche e soprattutto per la qualità e varietà dei programmi proposti. Tantissimi eventi, hanno fatto parte di questa manifestazione organizzata dal quartiere Romiti, partendo dall’esposizione dei creativi, esposizione di macchine sportive a cura del Team Piloti Forlivesi e veicoli d’epoca, il somarello Nerina con l’Associazione Cavalieri Del Crinale, le attività di una volta realizzate dal Plaustro, una intera zona riservata ai giochi per i bambini, spettacoli serali realizzati dall’associazione Raggio di Sole, al concerto di Patrizia Ceccarelli, Roberta Cappelletti, i ragazzi del FourMusic, al duo musicale Fun-Ka-Ze’n di Silvia Naldi e Francesco Bortolotti, al gruppo dei ballerini della New Dance, gruppo sportivo Asd Roller Forlì. Durante tutte le giornate le tantissime persone che hanno partecipato all’evento hanno potuto gustare la cucina della ditta Poni Vanni, che ha dato il meglio della sua gastronomia. Il tutto invaso da un vero e proprio fiume di gente (oltre 10.000 presenze nei quattro giorni di manifestazione), passando per le bancarelle dei creativi; il gran finale di fuochi pirotecnici. La grande partecipazione, di giovani e bambini, famiglie, anziani hanno permesso che queste giornate di festa fossero importanti per il quartiere Romiti e per Forlì. Parlando di presenze, i numeri sono davvero straordinari, durante la manifestazione. Numeri importanti non soltanto per la festa di giugno, ma perché hanno creato un nuovo modo di poter considerare il quartiere Romiti non più solo come un piccolo quartiere di periferia ma un luogo dove si può stare insieme, e trascorrere momenti di allegria e festa ma soprattutto per far si di poter conoscere nuove persone di quartieri limitrofi e unire la gente nel segno dell’amicizia e volontariato. “Siamo felici – spiega il coordinatore del Comitato di quartiere Romiti Maurizio Naldi – di aver fatto, in questi anni di nuovo comitato, la scelta giusta, cioè quella di provare a realizzare un nuovo tipo di vita nel quartiere, aiutandoci a creare iniziative utili rivolte soprattutto al volontariato e beneficenza nei confronti di coloro che hanno più bisogno. Un particolare ringraziamento a tutti coloro che in questi mesi hanno dedicato il loro tempo libero al volontariato e si sono resi disponibili anche sacrificandosi per questo nuovo progetto di quartiere unito e a disposizione per fare il bene nei confronti dei residenti e coinvolgendo tutta la cittadinanza di Forlì. La scelta precisa, ogni volta che il quartiere Romiti organizza eventi, di puntare sulla beneficenza e volontariato – continua Naldi – è importante e possiamo essere soddisfatti di quanto realizzato sino ad ora. Va sottolineata l’attenzione, con il coinvolgimento diretto dell’Istituto scolastico Comprensivo 5 diretto da Daniela Bandini (alla festa hanno partecipato con laboratori ed esposizioni la scuola materna La Api e la scuola media G. Mercuriale mentre la scuola elementare Pio Squadrani ha aperto la festa del quartiere con la manifestazione di fine anno scolastico ), le associazioni genitori dei tre plessi scolastici e all’aiuto della Torrefazione La Forlivese di Villagrappa e alle molte persone provenienti anche da quartieri limitrofi, che hanno dato un grande apporto alle feste sino ad oggi organizzate. Un grazie di cuore a tutti quanti coloro che sino ad oggi continuano a partecipare alle iniziative dei Romiti, un piccolo quartiere di periferia che però ha un cuore grande nei confronti di tutti quanti”.