La presentazione del libro “Il profondo rivela” di Chiara Ruscelli

0
Letture: 886

Lunedì 11 giugno, a partire dalle ore 18,00, nell’area verde di via Dragoni 52 a Forlì, nella zona esterna al chiosco “Piada 52”, ci sarà la presentazione del libroIl profondo rivela”, una raccolta di poesie scritte dalla forlivese Chiara Ruscelli.
Chiara, nata a Forlì nel 1993, è una ragazza con disabilità acquisita che riesce a capire ciò che le persone le dicono ascoltando le vibrazioni delle loro corde vocali, appoggiando una mano sul collo. Fin da piccola Chiara ha trovato sollievo e rifugio nelle parole della poesia, intesa come riflessione, appoggio ed amore verso la vita nonostante tutto il dolore e la privazione della salute che la vita stessa le aveva regalato.
Ha voluto scrivere il libro “Il profondo rivela” per trasmettere in modo poetico il messaggio di una realtà buia, illuminata solo dalla luce delle stelle che, lontane nello spazio, rappresentano la felicità dei ricordi, dei bei momenti passati e irripetibili, nonché una speranza che sopravvive perché sospinta dalla forza dell’illusione che ci mantiene in vita. Il libro sarà acquistabile durante la serata.

Sara Sartoni

CONDIVIDI
Articolo precedenteUil Polizia: «Per l'estate servono rinforzi»
Articolo successivoCamionista ubriaco fermato dalla Municipale: scatta la denuncia e patente sospesa
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).