Filippo Lo Giudice Ugl Forlì

A distanza di pochi mesi (era il novembre 2017) dal suo insediamento come reggente, Filippo Lo Giudice è incoronato a tutti gli effetti segretario territoriale dell’Ugl di Forlì-Cesena e Ravenna, eletto venerdì mattina all’unanimità e per acclamazione nel corso del 2° congresso del sindacato confederale che s’è svolto nella sala convegni di via Isonzo.
Si sono congratulati con il neosegretario ed hanno portato i saluti agli iscritti, ai delegati ed ai quadri dirigenti dell’Ugl, esponenti politici del centrodestra come: Daniele Mezzacapo (Lega), Fabrizio Ragni e Davide Minutillo (Fratelli di Italia).
In questi anni e in questi mesi il nostro sindacato ha moltiplicato i tesserati a Forlì, Cesena, Rimini e Ravenna. In particolare, abbiamo confermato e rafforzato la nostra presenza nei settori: Sicurezza Civile, Metalmeccanici, Commercio, Terziario, Trasporti, Chimici, Enti Locali, Funzione Pubblica ed Energia. Abbiamo condotto importanti battaglie sindacali in difesa dei posti di lavoro e del salario. Per le elezioni ad Rsu ed Rsa dell’aprile scorso, oltre al buon risultato ottenuto nei comparti metalmeccanico e guardie giurate siamo riusciti nell’impresa storica per tutta la Romagna di presentare le liste con nostri candidati in importanti enti e istituzioni come: il Comune di Forlì, Polizia municipale e l’Agenzia delle Entrate. Con ben quattro nostri rappresentanti eletti e con probabilità di esserlo visto che in almeno un caso pende un ricorso al Tribunale di Forlì”: elenca Filippo Lo Giudice.
Il neo segretario ha ricordato che la confederazione nazionale ha finalmente delegato la segreteria forlivese ad assumere anche la competenza degli iscritti di Ravenna, tanto che già oggi si può parlare di Ugl Romagna.
Una sottolineatura particolare durante i lavori del congresso è stata fornita da delegati e ospiti sul fatto che il sindacato ha garantito il massimo supporto alle battaglie politiche del centrodestra fino a presentare una piattaforma programmatica ai candidati di Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Udc alle elezioni politiche del 4 marzo.
Un’area politica in cui ci riconosciamo e nell’auspicio che la coalizione si presenti unita alle elezioni amministrative del prossimo anno per poter governare la nostra e le altre città della Romagna guidate – male – dalla sinistra in tutti questi decenni. Rivolgo i miei più sinceri e sentiti auguri di buon lavoro a Jacopo Morrone per il prestigioso incarico di sottosegretario di Stato alla Giustizia che gli è stato conferito dal consiglio dei ministri, certi che saprà affrontare questa nuova e stimolante sfida con la serietà, la professionalità e la capacità che hanno contraddistinto la sua attività politica sino ad oggi. Convinto che nel suo delicato incarico saprà dare un contributo importante anche alle tematiche da lui stesso condivise e sottoscritte nella piattaforma programmatica dell’Ugl in materia di Lavoro, salario, pensioni, welfare e sicurezza”: ha dichiarato Filippo Lo Giudice.
Come programma di mandato il neosegretario dell’Ugl di Forlì-Cesea e Ravenna ha indicato nella lotta alla piaga del caporalato ed allo sfruttamento del lavoro nero, nella difesa dei diritti, dei salati e della dignità dei lavoratori e nella lotta alla disoccupazione le priorità dell’Ugl.
“Ai candidati alle elezioni comunali del 2014 avevamo lanciato l’idea di creare una Consulta comunale/Cabina di regia sul lavoro, come organismo con funzioni non soltanto consultive ma anche propositive che potesse e possa fungere da organismo unico nelle crisi aziendali e nelle politiche di contrasto alla disoccupazione associazioni datoriali e di categoria, i sindacati, ed i soggetti attivi nel territorio. Una proposta che abbiamo presentato ufficialmente al sindaco Drei e che riproporremo ai candidati alle elezioni amministrative del 2019. Ricordando a tutti che si devono mettere in campo misure concrete per sostenere i giovani nella ricerca del lavoro ed i disoccupati perché la mancanza di lavoro e la perdita di reddito delle famiglie finisce per gravare sempre di più sul tessuto economico delle nostre città”: conclude il suo programma di impegni Filippo Lo Giudice.
Il segretario territoriale dell’Ugl di Forlì-Cesena e Ravenna ha infine confermato il suo impegno a moltiplicare le occasioni di confronto e di dibattito interno e pubblico su temi vitali per il nostro futuro come la globalizzazione e la sovranità nazionale, il protezionismo delle merci e l’apertura o ilo controllo dei mercati, tutela dei prodotti Made in Italy e regole certe per i trasferimenti delle merci e delle persone.
“Ben sapendo che sull’immigrazione incontrollata si giocano le sorti non soltanto della nostra economia, ma anche della nostra civiltà”: ha concluso il segretario territoriale dell’Ugl di Forlì-Cesena e Ravenna Filippo Lo Giudice.