Maximilian Girardi tenuta diavoletto bertinoro

Dai vigneti di Sangiovese e Albana alla cattedra dell’Università Bocconi di Milano per spiegare a studenti, giornalisti e alcune delle principali aziende vitivinicole italiane come si comunica in modo autentico il territorio attraverso una bottiglia di vino: martedì 19 giugno Maximilian Girardi della Tenuta Diavoletto di Bertinoro sarà ospite del Wine Management Lab, centro di ricerca di SDA Bocconi School of Management, per raccontare la sua esperienza di vignaiolo e social influencer.
Alla guida dell’azienda vitivinicola di famiglia, Girardi (classe 1989) è stato inserito tra i migliori dieci influencer del mondo del vino nell’ultima classifica di worldinfluencer.gq, che ogni anno monitora gli influencer delle principali categorie di Instagram per capire chi sono le persone capaci di fare breccia tra le milioni di persone che ogni giorno si informano e si creano opinioni e preferenze attraverso i social network.
Durante il workshop “Cantine e Territorio Culturale: creare e far vivere il valore dell’autenticità”, organizzato dal docente di Marketing Armando Cirrincione e mirato a individuare quali sono gli elementi essenziali per comunicare il valore del vino italiano nei mercati internazionali, il vignaiolo di Bertinoro condividerà la propria esperienza con giornalisti, istituzioni e altri viticoltori.
Sul suo profilo Instagram @supervinoitalia, seguito da oltre 92.300 follower, Girardi si rivolge ogni giorno alla fascia più “smart” del mondo del vino con un linguaggio giovane e diretto. Accanto ai post e alle recensioni dei vini assaggiati personalmente, nei mesi di aprile e giugno ha pubblicato due guide dal titolo “Cheers”, disponibili gratuitamente on line, nelle quali suggerisce vini per tutte le occasioni, valorizzando sempre il legame con il territorio di origine.