bonfiglioli

Bonfiglioli Riduttori Spa, il gruppo metalmeccanico di Bologna che ha il suo stabilimento più grande nel forlivese, a Villa Selva, ha siglato con i sindacati un importante accordo che autorizza in via sperimentale, tramite le nuove tecnologie, iniziative di Smart-Work per una quota prossima alla metà dei 640 dipendenti della sede romagnola. Le parti potranno recedere in qualsiasi momento con un preavviso di 30 giorni. Anche il sindacato confederale Ugl, comparto metalmeccanici, ha siglato l’intesa, il 26 giugno scorso, con il segretario provinciale Francesco Stavale e l’Rsu Ugl, Mauro Burzacchi.
I dipendenti, su base volontaria, potranno lavorare da casa, ferme restando le 8 ore giornaliere non frazionabili, fino ad un massimo di 5 giornate al mese, anche non consecutive, dal lunedì al venerdì. Chi usufruisce di questa modalità non potrà ricorrere a prestazioni di lavoro straordinario.
La prestazione lavorativa in regime di Smart-Work potrà essere effettuata soltanto in orario diurno, nella fascia oraria compresa tra le ore 6,00 e le 20,00 nei giorni feriali, e nel periodo compreso dal 16 luglio fino al 21 dicembre in quattro aree dell’azienda: Afc, He & Organization, Ict e Strategic Marketing & Communication. Al dipendente sarà garantita la corresponsione di regolare buono pasto. “Questo accordo, grazie alle nuove innovazioni tecnologiche dell’industria, viene incontro alle esigenze del lavoratore per meglio bilanciare i tempi di vita e quelli della fabbrica. Si riconoscono anche i diritti sindacali previsti dalla legge 300/70, dal Ccnl e dalla contrattazione aziendale”: commenta in una nota il segretario provinciale Ugl metalmeccanici, Francesco Stavale.

CONDIVIDI
Articolo precedenteFaccio la tessera (satira politica)
Articolo successivoTra gli stand dell’Artusiana (6)
Lo Staff comprende tutti i membri di 4live. Attivo fin dalla nascita di 4live (01.07.2011) ha lo scopo di comunicare tutte le informazioni e novità relative al nostro progetto.