Lions

Sarà Andrea Mariotti a subentrare al posto di Gabriele Zelli in qualità di presidente del Lions Club Forlì Host per l’anno sociale 2018-2019. Classe 1953, informatico in pensione, ha iniziato la sua attività professionale nel 1975 presso una multinazionale americana produttrice di computer, per poi passare alla gestione di centri elaborazione dati in diverse aziende, specialmente nel settore ceramico, ultima delle quali la Cooperativa Ceramica d’Imola. È socio del Lions Host dall’anno sociale 2008-2009 e per il club ha svolto diversi incarichi: vice presidente, referente informatico e curatore del sito web.
Mariotti si appresta a condurre l’attività di un club che vanta 120 soci, uno dei più numerosi d’Europa, capace di svolgere molteplici attività di service a favore delle persone più bisognose e della collettività forlivese. Questa attività si è caratterizzata nel corso degli ultimi anni attrezzando la palestra del carcere di Forlì e un’area del Parco Urbano Franco Agosto, sostenendo la ricostruzione delle zone terremotate del centro Italia, assegnando un cane guida a un non vedente, realizzando l’umanizzazione pittorica del reparto di Pediatria dell’Ospedale Morgagni-Pierantoni, promuovendo nelle scuole il concorso internazionale “Un poster per la Pace”, contribuendo alle attività della Caritas diocesana, dello IOR e della mensa dei poveri di Santa Maria del Fiore.
Il club ha inoltre collaborato per lo svolgimento del festival “La musica un ponte fra i popoli” e del concorso “Adotta un musicista”. Nel corso degli ultimi mesi il Lions Club Forlì Host, unitamente agli altri club Lions forlivesi e al Leo Club, ha tenuto aperto per 17 domeniche pomeriggio consecutive il Museo Romagnolo del Teatro coinvolgendo 50 soci dei vari sodalizi, organizzando 16 eventi, tra cui nove concerti, che hanno portato 2.000 persone a visitare Palazzo Gaddi e a conoscere uno dei luoghi più ricchi di storia della città. Il tutto con il determinante lavoro svolto dal musicologo Filippo Tadolini, coadiuvato dalla pianista Pia Zanca, che ha organizzato “Gaddi Festival”, quattro appuntamenti dedicati ad approfondire aspetti della vita artistica dei musicisti forlivesi Piero Maroncelli, Angelo Masini, Maria Farneti e Mario Bonavita (Marf).
L’attività benefica proseguirà anche nei prossimi giorni con la spedizione all’apposito centro di raccolta di Chivasso di 1.500 occhiali usati raccolti a Forlì, che una volta rigenerati saranno messi a disposizione di persone con problemi di vista che vivono in paesi in via di sviluppo.
È inoltre in programma l’avvio dei lavori di restauro dell’affresco posto sopra la porta di accesso della Chiesina del Miracolo di via Leone Cobelli, un intervento che si rende necessario per salvaguardare l’opera che si presenta molto usurata e danneggiata.
Ad affiancare il nuovo presidente un consiglio composto da: Gabriele Zelli, past president, Foster Lambruschi, primo vice presidente, Caterina Rondelli, secondo vice presidente, Paolo Volpi, segretario, Ivo Bassi, tesoriere, Alessandro Donati, cerimoniere, Claudio Sirri, censore, Sauro Bovicelli, presidente Comitato soci, e i consiglieri Maria Francesca Galletti, Andrea Antonini, Bruno Vittori, Luciano Valentini, mentre Giulia Margotti svolgerà il ruolo di Leo advisor. Come revisori dei conti sono stati riconfermati Alessandra Ascari Raccagni, Nicola Maria Baccarini e Luca Dal Prato.