terremoto

Una scossa di terremoto di magnitudo ML 3.3 Richter è stata registrata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia a 4 chilometri Sud Ovest dal Comune di Tredozio – coordinate geografiche (lat, lon) 44.06, 11.71 – a 7 dai Comuni di Portico di Romagna e a 11 da Premilcuore e Rocca San Casciano. La scossa è avvenuta alle ore 16,19 sulla dorsale appenninica tra Emilia Romagna e Toscana. La magnitudo rilevata è stata di 3.3 a profondità di cinque chilometri. L’epicentro a Tredozio, ma il sisma, molto superficiale, è stato avvertito da Forlì a Firenze. Allarme tra la gente in zona con molte telefonate che sono giunte ai vigili del fuoco e ai centralini delle forze dell’ordine. Non si hanno notizia, per ora, di danni a persone o cose. Alle ore 20,46, praticamente nello stesso punto, si è verificata un’altra scossa di magnitudo 3.6 a 3 chilometri Sud Ovest di Tredozio ad una profondità di 6 chilometri. Alle ore 21,03 terza scossa di magnitudo 2.7 nello stesso punto. Anche in questo caso, al momento, la Protezione Civile non ha ravvisato danni a persone o a cose.
«Come avrete sicuramente saputo – si legge in un comunicato dell’Amministrazione Comunale di Tredozio – da ieri pomeriggio alle 16.19 Tredozio è epicentro di una serie di terremoti di media intensità. Per la nottata è stato aperto il COC (centro operativo comunale) viste le scosse che si sono susseguite nelle ore serali. Durante la notte il nostro appennino ha continuato a tremare, fortunatamente con meno intensità, ma gli eventi sono stati chiaramente percepiti dalla popolazione, già in allerta dopo i precedenti. L’amministrazione comunale e la PC di Tredozio sono a disposizione per qualsiasi necessità del caso. Per la giornata di venerdì 4 maggio le scuole di Tredozio, di ogni ordine e grado, sono chiuse per precauzione, visto il susseguirsi degli eventi sismici».