real vampires

Meldola e Cesena sono le due città dei Vampiri. Il 22 a Cesena e il 23 giugno a Meldola si svolge il Raduno nazionale dei Real Vampires. Proprio a Meldola ha sede l’Associazione Lega Italiana Real Vampires mentre nella città di Cesena sorge lo storico circolo vampiro della Tana di Darlk fondati entrambi dal real vampire Italiano Horus Sat.

Quanti vampiri sono attesi nelle due città?
«Difficile a dirsi – risponde Horus Satcertamente partecipa chi non ha paura di farsi vedere. Nel 2015 e nel 2017 siamo stati più di un centinaio a sfilare per le strade di Cesena in abiti gotici e Dark durante la festa di San Giovanni. C’è da dire che l’appuntamento non è riservato solo ai Real Vampires ma a tutte le creature della notte, compreso streghe, Therians, Real Werewolves e Otherkins. Ma anche altre diversità che la nostra comunità non esclude, compreso gli omosessuali. Sarà quindi una “Parade della notte”, un pride delle diversità».

E cosa faranno questi vampiri e creature della notte nelle due città?
«A Cesena ci faremo vedere pacificamente e serenamente in mezzo alla fiera di San Giovanni che ricorda la cacciata dei vampiri secoli fa durante l’inquisizione. È come per dire: siamo qui e siamo ritornati e nessuno ci può cacciare, poi visiteremo i luoghi “infestati” di Cesena come la casa del Diavolo, Il ponte degli urli (Ponte vecchio), la via del doberman fantasma e altri luoghi che possono interessare gli appassionati del brivido».

C’è da aver paura della vostra presenza?
«E perchè mai? La nostra presenza il nostro festoso corteo delle creature della notte è gioioso, allegro e coinvolgente, anni dietro la gente presente si è molto divertita con noi, non c’è nulla di cui aver paura».

E nella città di Meldola che farete?
«Beh che dire Meldola è la città vampiro per eccellenza, ha sede legale l’associazione Lega Italiana Real Vampires che conta una comunità di più di diecimila iscritti. Meldola è anche sugli onori della cronaca, soprattutto all’estero, per il fatto che si sta attualmente girando nella città la serie tv “L’Ombra del Diario“ sui Real Vampires. Tutta l’attenzione gravita attorno alla serie tv in produzione e proprio oggi abbiamo riaperto i tour turistici nella città dei Vampiri dopo la pausa invernale. Quindi a Meldola il programma consiste nella visita ai luoghi “vampirici” dei set cinematografici e anche una passeggiata in centro città e in alcuni luoghi frequentati abitualmente da noi real vampires».

Abbiamo scoperto che a Meldola esiste tuttora un’antica famiglia real vampires ce ne puoi parlare?
«Non posso fare nomi per non violare la privacy di nessuno, ma è vero, a Meldola risiede una famiglia di real vampires dove sono tutti vampiri da almeno 5 generazioni. Genitori, figli e parenti. Li conosco personalmente, è gente in gambissima che non da nell’occhio, insospettabile che vive ed opera in mezzo alle persone comuni come tutte le altre persone».

Il vostro raduno terminerà quindi a Rimini?
«Si ci ritroveremo la notte di sabato 23 giugno nel locale dark, Zombie Rock horror pub per concludere in bellezza il raduno».

Ci vuole raccontare come vanno le riprese cinematografiche della serie tv sui real vampires che state girando a Meldola?
«Abbiamo iniziato di girare circa tre mesi fa. Ora siamo in una fase di aggiornamento dello staff operativo e anche aggiornamento della sceneggiatura a cui stiamo aggiungendo diverse novità per rendere la serie ancor più accattivante, comunque stiamo andando avanti a girare e sono sicuro che la serie presenterà per il pubblico molte sorprese».

Non è comunque l’unico progetto televisivo sui real vampires sbaglio?
«No non sbaglia, infatti sia io che la Lega Italiana Real Vampires siamo stati contattati dalla casa di produzione Doruntina Film di Parma per la realizzazione di un primo film documentario dal “vivo” sui real vampires. Uno staff tra operatori di ripresa e regista conviveranno per alcuni giorni con i real vampires nelle loro case per riprenderli nella loro vita quotidiana, nelle varie comunità locali tra cui anche la comunità vampiro di Meldola. Sarà un ottima esperienza televisiva che metterà in mostra dal vivo come noi real vampires viviamo».

Vuole concludere dicendo un ultima cosa ai nostri lettori?
«Si di girare sempre con il colletto dolcevita alzato, i vampiri, quelli veri, sono in mezzo a voi anche se è dificile riconoscerli, può accadere che vi troviate un “morso” senza accorgevene…”».