rilassamento

Evitare la pressione alta è fondamentale per mantenersi in salute. Quando la pressione del sangue è troppo alta il cuore lavora di più per pompare il sangue in tutto il corpo e questo carico di lavoro eccessivo può indebolire sia il muscolo cardiaco, sia altri organi. Anche le arterie devono pagarne le conseguenze: la forza continua cui sono sottoposte le loro pareti ne favorisce l’irrigidimento e il restringimento, aumentando il rischio di ictus, problemi renali e malattie cardiovascolari. Per evitare queste conseguenze è importante adottare uno stile di vita adatto a contrastare l’ipertensione.

Intensi e improvvisi periodi di stress o di shock, causati per esempio dalla fine di un rapporto importante, possono innescare una forte scarica di adrenalina che incide negativamente sul corretto funzionamento del cuore. Le conseguenze possono essere diverse, dall’insufficienza cardiaca fino ai sintomi simili all’infarto del miocardio. Nel caso della fine di una relazione o della morte di una persona cara, si può soffrire anche di una disfunzione nota come cardiomiopatia da stress oppure sindrome del cuore infranto. Alcuni studi affermano che lo stress può aumentare anche i rischi di cancro, soprattutto al seno. Il rilassamento è una buona arma di prevenzione contro l’infiammazione e le ossidazioni nel corpo, che potrebbero causare problemi gravi tra cui anche lo sviluppo di tumori.

Rilassarsi è importante per favorire la salute di tutto l’organismo, permettendo a esso di recuperare al meglio e di funzionare correttamente. A volte basta poco per godere di un buon rilassamento; anche solo una camminata di mezz’ora all’aria aperta può aiutare molto ad alleviare lo stress psicofisico. Se tuttavia lo stress raggiunge livelli troppo elevati, tanto che neppure alla fine della giornata si riesce a rilassarsi e a riposare, allora poterebbe essere utile l’aiuto di un psicologo o un psicoterapeuta, a tal proposito vi suggeriamo alcuni professionisti a cui potete rivolgervi in Emilia Romagna, come alla psicologa Alessandra Bravi di Ravenna, oppure alla Dott.ssa Benedetta Mazzoni di Cervia, o  alla Dott.ssa Monica Mambelli di Forlì.