aics mamanet forli

È stata la scuola d’infanzia “Primavera di Gesù”, con il “Hurricane” a vincere il III Trofeo MamaNet “Città di Forlì” organizzato dal comitato provinciale Aics di Forlì-Cesena e che, sabato pomeriggio, ha riunito al Palazzetto “Marabini” di San Martino in Strada oltre 300 persone: 150 mamme sotto rete, con figli e compagni sugli spalti e a bordo campo. Seconde sul podio le mamme della scuola primaria “Saffi” con il team “Si Saffi chi può”; bronzo alla squadra “Kraken” ancora una volta della “Primavera di Gesù”. Quarte in classifica, le “Mama-Friends” dell’istituto Francescane.
In tutto, erano 18 le squadre partecipanti, formate da mamme e insegnanti in rappresentanza di 13 scuole primarie e dell’infanzia cittadine. Ogni squadra partecipante e la relativa associazione dei genitori è stata premiata da Aics Forlì-Cesena con un buono da devolvere alla scuola di appartenenza, e alle prime quattro sono state consegnate anche le relative coppe e medaglie.
Le altre scuole rappresentate erano: le primarie “Bersani”, “Manzoni”, Tempesta”, “De Amicis”, “Valli”, le scuole dell’infanzia “Lucertola Blu”, “Campanellino”, “Querzoli”, “Arcobaleno” e “Platano”.
Alla consegna dei premi erano presenti l’assessora allo sport del Comune di Forlì, Sara Samorì, il presidente della Consulta comunale dello sport Paolo Proscia, la presidente di Aics Emilia Romagna Viviana Neri e la presidente del comitato provinciale di Aics Forlì-Cesena Catia Gambadori.
Successo dunque senza precedenti per il III Trofeo Città di Forlì dedicato al MamaNet, disciplina sportiva che, importata in Italia da Aics, incrocia la pallavolo alla palla rilanciata e che, rivolta alle mamme o a tutte le donne impegnate over 35, permette di conciliare l’attività sportiva con i tempi della famiglia. Per questo, i propri tornei sono organizzati in veri e propri concentramenti aperti a tutti i componenti della famiglia e la partecipazione, grazie ad Aics, è gratuita. «In città, sta crescendo sempre di più l’attenzione al MamaNet – spiega la presidente del comitato Aics Forlì-Cesena, Catia Gambadorieppure non ci aspettavamo un’adesione e un entusiasmo tali. In generale, da quando abbiamo attivato corsi e allenamenti, appena due anni fa, centinaia di donne hanno risposto alla nostra offerta: il torneo è ormai diventato momento di festa aperto a tutti e se le mamme si sono divertite in campo, papà e figli non sono stati di meno sugli spalti, tra striscioni, cori e sostegno. E’ proprio questo che Aics vuole: siamo un ente di promozione sportiva e sociale, per noi lo sport è prima di tutto aggregazione e condivisione e MamaNet rispecchia a pieno questo spirito».
L’evento, organizzato con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Forlì – Città europea dello sport 2018, godeva del sostegno di EmmeCi Antifurto e Videosorveglianza, della cartoleria Futura e del centro estetico Edoné.