Movimento-5-Stelle-di-Galeata

Comincia la campagna del Movimento 5 Stelle di Galeata per le amministrative del 10 giugno. Il candidato sindaco è Luca Taffetani, 54enne medico veterinario e ispettore degli alimenti nel dipartimento di Sanità Pubblica dell’Ausl della Romagna. La squadra di governo comprende il candidato vicesindaco Mauro Rossi imprenditore nel settore turismo e informatico come possibile assessore all’Ambiente e Territorio Riccardo Brugnola laureato in Scienze Naturali e Botanica e Libero Professionista. Albano Magnani congegnatore meccanico e operaio specializzato, Ernesto Babbini ingegnere libero professionista, Paola Locatelli operaia specializzata nell’industria agroalimentare, Pietro Paolo Rotundo operaio metalmeccanico specializzato e Giuseppe Beoni artigiano edile.

Gli impegni previsti per la presentazione del loro programma sono i seguenti previsti martedì 22 maggio alle ore 20,30 nella Saletta del Chiostro di Pianetto, giovedì 24 maggio alle ore 20,30 sala Ex-Scuola San Zeno, martedì 29 maggio ore 20,30 nella sala giovani Galeata, giovedì 31 maggio ore 20,30 nella sala giovani Galeata (incontro rivolto ai giovani).
Tutti i sabati saranno inoltre presenti in Piazza a Galeata con il banchetto pubblicitario per rispondere ad eventuali quesiti e per fare meglio conoscere i punti del loro programma.

Il programma del Movimento 5 Stelle Galeata si articola in 5 punti: sviluppo occupazione locale, politiche giovanili attive, valorizzazione attiva patrimonio ambientale storico artistico, incremento sicurezza e politiche migratorie, ottimizzazione spesa pubblica comunale. Il programma consegnato ed esposto in Comune prevede la creazione di un ufficio dedicato allo sviluppo economico locale attraverso il reperimento di fondi europei, nazionali, regionali che possano fornire alle imprese industriali, commerciali e artigiane opportunità di crescita e sviluppo. Ricerca di finanziamenti privati anche attraverso medio credito 5 stelle nazionale per sostenere l’imprenditoria locale e incentivare l’ulteriore creazioni di start-up di giovani o meno giovani. Affiancamento, agevolazioni, incentivi e sostegno alle attività produttive nel territorio.

Compensazione di tutte le tasse comunali per l’apertura di nuove attività. Dimezzamento tasse comunali per occupazione suolo in caso di ristrutturazioni. Come politiche giovanili organizzazione corsi formativi e scuola d’impresa per incentivare l’imprenditorialità giovanile, coinvolgimento dei giovani nell’organizzazione di eventi uno dei pochi modi per accrescere l’afflusso di persone da altre zone. Incrementare tali eventi con la stretta collaborazione delle associazioni presenti sul territorio incentivando eventuali venditori con un’importante riduzione delle tasse comunali per l’occupazione del suolo.

Tre punti per valorizzare il patrimonio ambientale storico e artistico: manutenzione siti archeologici (particolarmente quelli dimenticati come Mevaniola e Castello Medioevale di Pianetto) mediante sfalci periodici e liberazione dalla vegetazione infestante, manutenzione percorso via Crucis di Sant’Ellero: ripristino staccionate in legno e sistemazione selciato, muretti e frane, salvaguardia dei beni naturalistici ambientalistici: manutenzione e/o ripristino della sentieristica e percorsi trekking/mountain bike. Ripristino piazzale Abbazia Sant’Ellero (ripristino tavoli per pic-nic). Incentivazione manifestazioni commerciali come sagre di prodotti alimentari tipici della tradizione. Individuazione di aree pubbliche da adibire ad orti per chiunque ne faccia richiesta. Interventi ordinari e straordinari atti a far fronte al problema di eventi atmosferici eccezionali dovuti ai cambiamenti climatici (protezione erosine versanti e strade). Individuazione criticità e interventi di manutenzione ordinaria di pulizia fossette di deflusso acque stradali. Creazione di un fondo per tali tipi di interventi di manutenzione straordinaria: si propone accantonamento di un “tesoretto”.
Manutenzione del verde: sfalcio ordinario erba aiuole, parchi pubblici e strade comunali; potature periodiche alberature stradali e siepi.

4 i punti per incrementare la sicurezza e le politiche migratorie: aumento dei controlli sulla regolarità dei cittadini stranieri con indicazione alle forze dell’ordine. Diminuzione degli affidamenti dei profughi al territorio comunale. Aumento dei controlli del territorio da parte delle forze dell’ordine, incremento degli impianti di videosorveglianza e iniziative di controllo di vicinato. Tutela dei diritti dei lavoratori provenienti da paesi extraeuropei in possesso di regolare permesso di soggiorno.

5 i punti per l’ottimizzazione della spesa pubblica. Dall’esame dei bilanci degli anni passati sono sorti perplessità su voci di spesa molto differenti rispetto ai comuni vicini. Per esempio il sostegno alle attività produttive è molto inferiore nel nostro comune, mentre per la raccolta dei rifiuti la spesa è molto più alta. Le nostre priorità di spesa saranno rivolte al miglioramento della qualità di vita degli abitanti, alla creazione di opportunità dei giovani, all’attenta assistenza degli anziani.