Museo Archeologico Tobia Aldini Forlimpopoli foto di Renzo Zilio

Con l’arrivo della Primavera si rinnova, per il terzo anno consecutivo, l’appuntamento al MAF (Museo Archeologico di Forlimpopoli) con un nuovo ciclo di conversazioni dedicate al tema “L’uomo: evoluzione e tradizione“, a cura di Silvia Bartoli e Mirko Traversari.
La rassegna si apre venerdì 4 maggio alle ore 20,30 con l’intervento di Maria Giovanna Belcastro, responsabile del laboratorio di bioarcheologia e osteologia forense-BiGeA dell’Università degli Studi di Bologna, sull’affascinante tema “Neanderthal vs uomo moderno: due specie a confronto“.
Attraverso il nuovo ciclo di conferenze il Museo di Forlimpopoli intende ancora una volta ribadire il suo ruolo di ‘luogo identitario e depositario della memoria locale’ ma anche di centro propulsore di educazione e di conoscenza non solo per la valorizzazione delle proprie collezioni archeologiche ma anche, grazie all’apporto di studiosi e ricercatori qualificati, per dare conto e comunicare – secondo un moderno approccio interdisciplinare alla Storia – le più recenti scoperte nel campo della ricerca scientifica e degli studi storico-antropologici.
Il ciclo di conferenze, forte della collaborazione di Ausl Romagna Gruppo Cultura, si articola nel seguente calendario di appuntamenti:
Venerdì 4 maggio, ore 20,30 “Neanderthal vs. uomo moderno: due specie a confronto” con Maria Giovanna Belcastro responsabile del laboratorio di bioarcheologia e osteologia forense-BiGeA Bologna, Università degli Studi di Bologna.
Venerdì 11 maggio, ore 20,30 “A tu per tu con le ossa, l’analisi antropologica in diretta” con Mirko Traversari antropologo fisico del laboratorio di antropologia e Dna antico-DBC Ravenna, Università degli Studi di Bologna.
Venerdì 18 maggio, ore 20,30 “Il Genoma Rivelatore: la diffusione delle fiabe in Europa e Asia” con Eugenio Bortolini ricercatore, dipartimento di beni culturali dell’Università degli Studi di Bologna-Campus di Ravenna.
L’ingresso alle conferenze è gratuito.