piazza garibaldi Santa Sofia

Lunedì 2 aprile, come da tradizione, si è svolta a Santa Sofia la Fiera del Lunedì dell’Angelo.
Per la prima volta, oltre al mercato nelle vie centrali di Santa Sofia, l’Amministrazione Comunale, con il sostegno di alcune associazioni, ha proposto una nuova area dedicata al recupero della tradizione e ai prodotti tipici e agricoli.
Abbiamo individuato piazza Garibaldi, via Pisacane e piazza Mortani come luogo ideale per allargare ulteriormente la fiera, riportando in vita antiche tradizioni – dice l’assessore al turismo Ilaria Marianini -. Siamo molto soddisfatti del risultato, ottenuto grazie al contributo di numerose associazioni. In primis, voglio citare gli allevatori e l’Associazione Regionale Allevatori dell’Emilia Romagna: la presenza di vacche, tori, maiali e tanti animali da cortile ha incuriosito tantissimi bambini, e non solo. In piazza Garibaldi, invece, la condotta Slow Food Forlì ha selezionato 4 produttori con le loro specialità: anche qui, tantissime persone hanno appezzato e gustato le varie pietanze cotte sul momento. Fondamentale, poi, il contributo dei volontari dell’Associazione Tre Ponti Alto Bidente, presenti per l’intera giornata“.
Tutta la zona circostante al Teatro Mentore è stata riservata a produttori agricoli di Campagna Amica, all’esposizione di attrezzi agricoli ed immagini fotografiche d’epoca dell’Archivio Valbonesi selezionate da SPI Cgil e ad uno spazio giochi per bambini, con giochi in legno, di abilità e “rompicapi” di una volta, con il contributo di CIF Santa Sofia.
Per la prima volta, la Fiera del Lunedì dell’Angelo è tornata alla tradizione: visto il successo – favorito indubbiamente anche da un clima finalmente primaverile – l’esperimento si può dire riuscito e senza dubbio verrà replicato anche l’anno venturo“, conclude Marianini.