Presentazione del libro “Mi trovo in buona salute e così voglio sperare che sia di voi tutti”

0

Nell’ambito delle Celebrazioni della Liberazione d’Italia, venerdì 27 aprile, alle ore 21,00, al Teatro comunale Carlo Zampighi, verrà presentato il libro di Roberta Mira dal titolo “Mi trovo in buona salute e così voglio sperare che sia di voi tutti. Lettere di Galeatesi dai campi di prigionia della seconda guerra mondiale”, pubblicato nel 2018 dall’Amministrazione comunale presso la casa editrice “Il Ponte Vecchio” di Cesena.

Prendendo le mosse dal ritrovamento presso gli uffici del Comune di Galeata di un piccolo fondo documentario costituito da lettere e cartoline di giovani galeatesi prigionieri di guerra durante il secondo conflitto mondiale, il volume passa in rassegna le diverse forme di prigionia di guerra sperimentate dai militari italiani nel corso della seconda guerra mondiale e ricostruisce brevi profili biografici dei 41 uomini di Galeata di cui sono stati ritrovati i messaggi. Si tratta di 13 giovani catturati da statunitensi, britannici e francesi nel quadro della guerra in Africa settentrionale e nelle fasi dello sbarco in Sicilia tra il 1941 e il 1943, di un soldato preso dai sovietici durante la campagna di Russia nel 1942, di 26 internati militari fatti prigionieri dai nazisti dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943 e di un lavoratore civile impiegato nell’economia bellica del Terzo Reich.

Durante la presentazione interverranno il Sindaco Elisa Deo, l’autrice Roberta Mira e Ines Briganti Presidente dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Forlì-Cesena. Roberta Mira, dottore di ricerca in Studi storici per l’età moderna e contemporanea, si occupa di fascismo, nazismo, Resistenza, violenze di guerra, deportazione e memoria. Su questi temi ha pubblicato saggi e volumi tra cui: Tregue d’armi. Strategie e pratiche della guerra in Italia fra nazisti, fascisti e partigiani (Carocci, 2011); (con S. Salustri) Partigiani, popolazione e guerra sull’Appennino. L’8ª brigata Garibaldi Romagna (Pontevecchio, 2011); Razzie di uomini per il lavoro nella Germania nazista. Una messa a punto sul caso italiano, in «Italia contemporanea» (266, 2012); Repressione politica tra città e pianura in Emilia Romagna, in G. Fulvetti, P. Pezzino (a cura di), Zone di guerra, geografie di sangue. L’Atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia (1943-1945), (il Mulino, 2016).