LA VITA E LA STORIA NEGLI ULTIMI LAVORI DI MICHELE ANGELICCHIO, L'ARTISTA SOLDATO.
LA VITA E LA STORIA NEGLI ULTIMI LAVORI DI MICHELE ANGELICCHIO, L'ARTISTA SOLDATO.

Michele Angelicchio possiede una doppia identità: una di artista ed una di soldato. Questa doppia identità dell’artista di origini pugliesi, nato a San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia il 4 maggio 1979 e divenuto in seguito sia triestino che bolognese per adozione e per unione con la moglie, l’attrice Martina Valentini Marinaz, trova la sua perfetta sincronia, coincidenza e consonanza nella sua prossima esposizione pubblica che si svolgerà in un luogo tanto sacro quanto autorevole che è il Sacrario di Redipuglia, in provincia di Gorizia.

L’evento della mostra, il cui titolo incisivo e scelto dall’artista stesso è “Presente” si caratterizza per la grande valenza storica che si inserisce all’interno delle opere promosse dal Governo per ricordare e per onorare il centenario, 2014-2018. Come si può leggere nel bollettino ufficiale: “ricordare la Grande Guerra, l’eroismo e il sacrificio dei soldati e della cittadinanza, e tutte le vicende – politiche, culturali, civili – ad essa legate come episodio di fondamentale importanza nel processo di costruzione dell’identità europea, della nostra storia nazionale, e di coesione tra gli italiani di ogni regione”. L’artista soldato Michele Angelicchio riproporrà con le sue creazioni artistiche scene di guerra che rimandano a fatti storici realmente accaduti e quindi contribuisce in tal modo a conservare la memoria collettiva del nostro passato sul quale, con dolore e sacrificio, si è costruito il nostro presente. Il suo stile pittorico è fluido, spesso monocromatico e le stilizzazioni delle situazioni narrate rimandano ad un tipo di lettura facile e gradevole che a volte viene da accostare allo stile del fumetto, inteso quest’ultimo come forma alta di letteratura figurata e figurativa, laddove il monocromo, il bianco e il nero, e solo di rado interrotto da una qualche singola tonalità di colore acceso, non rinuncia mai a narrare la più profonda drammaticità degli eventi raccontati.

La mostra “Presente” è stata realizzata grazie al prestigioso supporto del Ministero della Difesa e Onorcaduti che ospitano l’artista e rientra nel programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della Grande Guerra Mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Tale mostra si avvantaggia inoltre del prestigioso patrocinio dell’Unesco di Gorizia e quindi ci sono più forze che credono fermamente nel valore, sia morale che civile, di promuovere questi Eventi al fine di non lasciare cadere nell’oblio milioni di vite e di storie sulle quali si è generata la nostra attuale umanità. L’inaugurazione della mostra si svolgerà il 6 maggio alle ore 16,00 alla presenza delle autorità e si avvarrà del commento critico di Giancarlo Bonomo, critico d’arte e personaggio televisivo di notevole competenza e spessore. Inoltre all’interno di questa ambientazione imponente e suggestiva, le opere pittoriche dell’artista soldato Michele Angelicchio saranno accompagnate dalle letture a tema da parte degli attori Martina Valentini Marinaz e Leonardo Zannier, entrambi di origini triestine.

Gli attori interpreteranno un recital teatrale, dal titolo significativo “Letture dal fronte” che avrà come protagonisti lettere scritte dai soldati in guerra ai loro cari, corrispondenze, dialoghi e narrazioni sulla Grande Guerra. Durante la performance di lettura e recitazione sarà proiettato un filmato con le immagini dei quadri esposti dall’Artista Soldato Michele Angelicchio. Tutto questo intende essere un atto creduto e convinto di riconoscenza per le oltre 100.000 spoglie di Soldati italiani che riposano nel Sacrario Militare di Redipuglia. Il Museo del Sacrario Militare di Redipuglia, in via III Armata n. 17, è situato a Fogliano Redipuglia, in provincia di Gorizia e queste sono i luoghi storici dove si sono svolte le battaglie di tutti i nostri nonni. La Mostra “Presente” si inaugurerà domenica 6 maggio alle ore 16,00. Successivamente sarà possibile visitare l’Esposizione dell’Artista Soldato nelle seguenti giornate: da martedì a venerdì delle 9,00 alle 12,00 e dalle 14,00 alle 17,00, sabato e festivi dalle 9,00 alle 12,30 e 13,30 alle 18,00, lunedì chiuso se non festivo. La mostra sarà visitabile fino al 30 giugno.

Michele Angelicchio è inoltre un artista eclettico e poliedrico che si esprime spaziando ed esplorando diverse tematiche: dalla natura, al viaggio, alle città, al mare e alle competizioni velistiche di fama internazionale e in tutte queste sue diverse espressioni e narrazioni pittoriche puntualmente si rivela capace di riscuotere ampi consensi e successi, sia di critica che di pubblico. Questa Mostra “Presente” a Redipuglia si avvale però di un significato maggiore perché si fa carico di ricordare e di onorare, attraverso l’arte, il valore civile ed umano di ciascuno individuo che abbia a cuore il bene della collettività ed è quindi doppiamente apprezzabile sia l’impegno che l’estro di Michele Angelicchio, nella sua doppia identità, sia di artista che di soldato. Una Mostra ed un Evento che merita indiscutibilmente di essere visto e condiviso. “Dove regna l’onore la parola data sarà sempre sacra” Publilio Siro, I secolo a.C, drammaturgo romano.

Rosetta Savelli

CONDIVIDI
Articolo precedentePer la Sagra “Modigliana Doc–Sangiovese in festa” il benvenuto ad una delegazione francese di Monbazillac
Articolo successivoLa storica visita del Presidente Mattarella a Forlì

La scrittrice Rosetta Savelli coltiva da sempre l’amore per la Musica, la Letteratura e l’Arte in tutte le sue espressioni. Ha pubblicato quattro libri: un racconto, una raccolta di poesie e due romanzi.
Ha partecipato a numerosi Concorsi Letterari, sia nazionali che internazionali ottenendo riconoscimenti e pubblicazioni.
E’ inoltre presente in una ventina di antologie letterarie, sia di prosa che di poesia.
Ha pubblicato racconti su riviste specializzate di Arte e Letteratura.
Ha partecipato a trasmissioni televisive e radiofoniche ed ha intervistato noti personaggi della Cultura e dello Spettacolo.
Rosetta Savelli è una donna libera, che vive in modo autonomo ed indipendente rispetto alle convenzioni, sia sociali che individuali e considera la vita come un’incessante e complessa ricerca di ciò che è giusto e di ciò che è vero.
E’ una donna che considera la ricerca sempre come prioritaria alla certezza e che vive in modo coerente rispetto ai propri pensieri.
Il suo romanzo “La Primavera di Giulia” è stato pubblicato dal Ponte Vecchio in Cesena nel 2006. Il racconto “Iris e Dintorni” e la raccolta di poesie “Le Magie che mi soffiano lontano” sono stati pubblicati nel 2002 dalla Firenze Libri e sono stati presentati alla 55° Fiera del Libro di Francoforte nel 2003, inseriti nel volume antologico “White Land L’Autore”.
Nel 2009 ha partecipato al Premio Letterario Firenze per le Culture di Pace, dedicato a Tiziano Terzani ed è stata inserita nel volume antologico “Racconti per la Pace” con il racconto “Il Mondo nella piazza davanti a casa mia”. Con il racconto “Rendere e non finire” pubblicato sul quotidiano indipendente online “La Voce D’Italia” ha partecipato al Premio Giornalistico Nazionale “Natale UCSI 2006”.
Nel 2012 ha partecipato ed è stata premiata al xx° Concorso Letterario Internazionale A.L.I.A.S.- Associazione Letteraria Scrittori Italo Australiani, ottenendo il 2° posto con la poesia “La Torre Campanara ed il Castello” e la menzione di merito per la sezione narrativa con il racconto “La Corda di Carbonio”.
Ha scritto molti articoli per la rivista multiculturale indipendente “Horizon Literary Contemporary” con sede in Bucharest e diramata poi nel mondo.
Scrive inoltre articoli per diversi Magazine online.
E’ stata fra i tre vincitori all’evento Turboblogging per Aster- Rete di Alta Tecnologia dell’Emilia Romagna presso il CNR in Bologna nel giugno 2013.
Nel 2014 ha partecipato al Concorso Big Jump con il suo ultimo romanzo pubblicato in Amazon “Celeste (Da qui a Hollywood la strada è breve)” risultando 15° fra 220 concorrenti.
Nel 2014 ha iniziato la collaborazione con la Rivista Juliet Art Magazine – prestigiosa Rivista di Arte Contemporanea e di Avanguardia con una rubrica propria.
Nella 2° edizione dell’evento Turboblogging promosso da Aster- CNR Bologna, nel 2014, si è classificata nuovamente tra i vincitori, ottenendo come premio di fare parte per una settimana della Redazione di Radio Città del Capo a Bologna, nel mese di aprile 2015.
Nel mese di ottobre 2015 Rosetta Savelli ha vinto il III° Premio alla V° Edizione del Premio Kafka Italia 2015 in Gorizia, presso Kulturni C Lojze Bratuž, con il Racconto “Iris e Dintorni” edito nel 2003 dalla Firenze Libri.
Nel mese di aprile 2017 Rosetta Savelli insieme all’artista Daniele Miglietta ha vinto il Premio della Critica in occasione della I°Edizione del Concorso online “Poesia a Colori” – Dall’incontro di due artisti le parole si colorano. Indetto dall’Associazione Arte per Amore, sotto la Presidenza di Barbara Benedetti.
Rosetta Savelli ha partecipato con la poesia “Se sei donna ti diranno che ti manca” abbinata all’opera pittorica di Daniele Miglietta “Sleeping on flowers”.