bullismo

Aics e Lions Club insieme per “Educare al rischio delle nuove tecnologie e ai rischi legati al Cyberbullismo”. Di questo tratterà infatti la conferenza pubblica che si terrà mercoledì 11 aprile dalle ore 13,30 nei locali del Liceo Scientifico “Fulceri Paulucci Di Calboli” e che – seppur aperta al pubblico – coinvolgerà direttamente gli studenti delle classi seconde. L’incontro è voluto dal comitato provinciale Aics Forlì-Cesena, nell’ambito del proprio progetto sociale nazionale “Adolescenze competenti”, e organizzato in collaborazione con il Lions Club Forlì Host.
Relatore sarà Andrea Bilotto (www.andreabilotto.it), psicologo scolastico che da diversi anni lavora nei contesti scolastici di tutto il territorio nazionale. Recentemente ha pubblicato diversi libri su come educare insegnanti, genitori e ragazzi sull’utilizzo delle nuove tecnologie e sui rischi legati al cyberbullismo e all’utilizzo di Internet; in particolare il suo ultimo testo, uscito a settembre scorso, è stato realizzato in collaborazione con la senatrice Elena Ferrara, prima firmataria della legge di contrasto al cyberbullismo.
Aics – Associazione Italiana Cultura Sport – è un ente di promozione sportiva da tempo riconosciuto dal Ministero al Welfare come ente di promozione sociale. Il suo comitato provinciale di Forlì-Cesena è presieduto da Catia Gambadori, promuove progetti di avviamento allo sport, attività sportiva per tutte le fasce di età, incontri e progetti sociali di sensibilizzazione alla cultura dello sport come strumento di politiche sociali e aderisce al progetto nazionale “Adolescenze competenti” che punta a promuovere la partecipazione attiva degli adolescenti alla vita della comunità, attraverso la promozione di una cultura della legalità e della corresponsabilità, in particolare nella gestione delle dinamiche interattive che i ragazzi instaurano tra pari. Il progetto vuole muoversi quindi in un’ottica sia preventiva che di gestione dei fenomeni di “violenza tra pari” come bullismo e cyber bullismo e tutte quelle forme di “pressione sociale” tra pari che possono sfociare in comportamenti illegali e nell’adozione di stili di vita scorretti.
Il Lions Club Forlì Host, presente a Forlì dal 1957, è presieduto da Gabriele Zelli. Promuove diverse attività a favore dei giovani del territorio, tra cui il concorso internazionale “Un poster per la Pace”, il progetto “Sight for Kids” per lo screening visivo dell’infanzia, i corsi di formazione “Lions Quest” destinati agli insegnanti di scuole primarie forlivesi per acquisire le competenze necessarie a prevenire nei bimbi situazioni di disagio giovanile, il progetto “Martina” per sensibilizzare i giovani alla prevenzione delle forme tumorali giovanili attraverso corretti stili di vita, e il service “Media education e cyberbullismo” per promuovere tra i più giovani il corretto utilizzo degli strumenti di comunicazione social e all’interno del quale si muove la collaborazione con Aics per la promozione della conferenza pubblica al Liceo Scientifico.