12-Rally-di-Romagna

Sabato 8 e domenica 9 aprile si è svolto il 12° Rally della Romagna che ha ridato i colori anche allo storico rally Colline di Romagna, 28° edizione. Sotto l’egida dell’organizzatore Proseven a conduzione del navigato Gabriele Casadei, in un week-end con un meteo fantastico, il rally si è svolto regolarmente con una massiccia affluenza di pubblico che si è assiepato sulle colline cesenati. Il rally era tutto su asfalto ma con alcuni tratti insidiosi cioè “sporchi” di terra, e tanta polvere: insomma i pericoli non sono mancati come il ritiro del campione De Cecco con la Yundai Y 20 ed altri incidenti senza conseguenze per nessuno. Partenza ed arrivo in centro a Savignano sul Rubicone nella bella coreografica antica piazza.
L’equipaggio Ottaviani-Graffieti si presentava alle competizioni dopo ben 4 anni di assenza.
Il risultato ottenuto è veramente significativo. Con una non più giovane Renault Clio 2,0 Williams Gruppo A (elaborazione speciale; Gruppo N derivate di serie) presa a noleggio dalla Teknocar di Mauro Dogati, il pilota Enrico Ottaviani (casato d’arte serve ricordare il mitico Zio Edo Ottaviani pluricampione italiano) navigato da Fabio Graffieti sono riusciti a vincere la loro categoria e ad imporsi molto in alto nelle classifiche generali. Non sono mancate le paure date da difficoltà di inserimento in curva dovute principalmente agli pneumatici che tenevano a fare “dritto” sulle curve strette: scaldandosi il problema è andato scemando. La classifica dell’equipaggio Ottaviani-Graffieti:
– 1° sul loro gruppo A7 cioè 2.000 gruppo A
– 2° sulle 2 RM (due Ruote Motrici)
– 7° assoluto (una sessantina i partecipanti), un successone.
Un piazzamento degno da veri campioni. Ora il lancio programmatico su rally nazionali ed internazionali anche con l’ausilio del nuovo arrivato nel Ponte Giorgi Team che da anni coccola l’equipaggio, l’ex-navigatore rally Pierluigi Arpinati già Promoter di piloti del calibro di Vincenzo Bongiovanni, Fabrizio Bertaccini e del nove volte campione Rally il meldolese Bruno Bentivogli, che farà da pierre ai due ragazzi campioni. “Puntiamo ad un lancio programmatico e nostrano dei nostri campioni con azioni di marketing mix; infine pensiamo a Montecarlo per il prossimo anno” ha dichiarato il pierre.

CONDIVIDI
Articolo precedenteDocuShort Sedicicorto al Cinema San Luigi
Articolo successivoUltrasonologia vascolare: innovazione e alta formazione al Ceub
Sono un 62enne con 40 anni di attività professionale sulle spalle. Per divertimento mi avvicinai alla cucina, poi un magnete mi attirò verso la passione sui Ristoranti. Il caso volle che divenni un segnalatore per la guida di Veronelli, "I Ristoranti di Veronelli". La mia vita professionale mi ha portato a girare Italia e Francia. Sono un curioso che ha sete di notizie. Riservato ed anonimo, sempre!