via crucis

Domenica 25 marzo Via Crucis nella Parrocchia di San Paolo in via Pistocchi 19 a Forlì, alle ore 20,30.
Il Gruppo Via Crucis nacque 20 anni fa, quando i giovani della parrocchia decisero, durante il triduo pasquale, di pregare in modo più coinvolgente, attraverso la realizzazione di una Via Crucis vivente. Questo, per ripercorrere gli attimi più importanti della passione, morte e risurrezione di Gesù, i più importanti della nostra Fede” spiegano gli organizzatori. Attualmente il Gruppo Via Crucis si è rafforzato e ampliato, grazie all’impegno di adulti e giovani della San Paolo e a quelli di altre parrocchie che, volontariamente dedicano il loro tempo libero. Gli incontri di preparazione cominciano a settembre e sono mensili; il gruppo ristretto degli organizzatori è composto da 5/6 persone, poi tantissime altre partecipano come figuranti la sera della rappresentazione (fino ad arrivare ad un centinaio di persone). Ognuno partecipa secondo le sue possibilità, mettendo a disposizione le proprie capacità e risorse: c’è chi sa dove procurarsi le scenografie, chi è disponibile per i lavori manuali di montaggio, chi si occupa della stesura del copione, chi della pubblicità, chi mette a disposizione i vestiti e chi la sua arte di sartoria, chi rinnova ogni anno la sacra rappresentazione con la sua fantasia e inventiva. Il lavoro che alla fine ne viene fuori è ogni anno più sorprendente e accurato, il clima è sempre di massimo raccoglimento e l’obiettivo principale è quello della preghiera.

Domenica 25 marzo, lungo le vie del centro storico di Civitella di Romagna, dei figuranti ripercorreranno le tappe della Passione di Cristo. Lungo le vie del centro storico del paese si ripercorreranno le tappe della Passione di Cristo con particolare riferimento all’Evangelista dell’anno.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIncidente mortale per un motociclista in via Para
Articolo successivoAlla ricerca e alla riscoperta delle erbe e fiori spontanei
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).