cuccioli maltrattati

Il pattugliamento dell’autostrada della Sottosezione A14 della Polizia di Forlì ha prodotto ieri la scoperta di una trasporto illegale di cuccioli di cane di varie razze pregiate provenienti dalla Repubblica Slovacca e destinati al mercato clandestino campano; nel pomeriggio di ieri all’altezza del Casello di Forlì è stato fermato e controllato una Fiat 500 presa a noleggio il cui conducente veniva identificato per M. G., classe 1978, di nazionalità italiana, residente a Villaricca di Napoli; a seguito di un forte sgradevole odore proveniente dall’interno del veicolo gli agenti hanno deciso di accedere al bagagliaio dell’auto scoprendo al suo interno alcuni cartoni con dentro 20 cuccioli di cane di svariate razze (Buledogue francese, Cavalier King, Barboncini, Lupo tedesco, ecc.). Gli animali, che al successivo controllo del veterinario Ausl intervenuto avevano tutti tra i 45 ed i 60 giorni di vita, erano stati stipati in modo precario, gli uni sugli altri, lasciati in mezzo ai loro escrementi e rigurgiti ed inoltre più d’uno manifestava i chiari segni di una ipotermia apparendo agli agenti quasi in fin di vita. L’intervento del veterinario accertava le condizioni degli animali, tra l’altro disidratati fin quasi allo sfinimento. Naturalmente gli animali erano privi di documentazione sanitaria e di certificazione di provenienza. Il segnalato riferiva di aver effettuato l’acquisto dei cuccioli nella Repubblica Slovacca per un importo di 4.000 euro. Si è proceduto al sequestro penale degli stessi ed alla denuncia del conducente per maltrattamento; di seguito all’accertamento delle loro condizioni gli animali venivano affidati al canile comunale di Forlì e il fascicolo del caso ora è al vaglio della Procura della Repubblica di Forlì.