Da sempre a Santa Sofia, nel giorno del lunedì dell’Angelo, si svolge una grande fiera con espositori in tutto il centro del paese. Oggi è sostanzialmente un grande mercato con bancarelle di vario genere ma, in origine, la Fiera del Lunedì dell’Angelo era un importante mercato contadino, dedicato soprattutto al bestiame.
Nel 2018 vogliamo provare ad aggiornare la fiera che si svolge a Santa Sofia – commenta il sindaco Daniele Valbonesi -. In passato era legata al mercato e alle tradizioni contadine ma, da alcuni decenni, ha perso il suo spirito originario e si è trasformata in un mercato un po’ generalista. Ebbene, vogliamo provare a riportare in vita la tradizione e quest’anno un’area della fiera sarà dedicata proprio al mondo contadino e agricolo, temi cari al nostro territorio. Se le cose andranno come speriamo, in futuro continueremo a sviluppare questo filone affiancandolo al turismo sportivo e ambientale, legato alla natura”.
Il mercato contadino del bestiame, a Santa Sofia, era strettamente legato al periodo pasquale: il giovedì Santo, in occasione del mercato settimanale, i contadini avevano l’abitudine di portare al mercato i buoi più belli e possenti, addobbati a festa con paramenti decorati: era la sfilata del “Bue di Pasqua”. Poi, dopo le celebrazioni della Pasqua, si svolgeva la fiera del Lunedì dell’Angelo, che richiamava in paese tutti gli abitanti delle campagne circostanti per un momento di festa e di svago.
Negli anni ’70 lo spopolamento delle campagne ha portato una drastica riduzione nel numero di allevatori e contadini a Santa Sofia, oggi vogliamo valorizzare il lavoro e l’impegno dei pochi rimasti – dichiara l’assessore al turismo Ilaria Marianini –. Così, l’edizione 2018 della Fiera del Lunedì dell’Angelo avrà uno spazio dedicato agli allevatori, ai produttori tipici e, in generale, alle nostre tradizioni. Speriamo di destare curiosità nei bambini, farli avvicinare agli animali, spiegare loro quanto lavoro c’è dietro all’allevamento di una mucca o alla coltivazione di un campo”.
Lunedì 2 aprile oltre al mercato nelle vie centrali di Santa Sofia, grazie al contributo di Associazione Tre Ponti Alto Bidente e CIF Santa Sofia, l’area di piazza Garibaldi, via Pisacane e piazza Mortani sarà dedicata proprio al mondo agricolo e contadino. In collaborazione con l’Associazione Regionale Allevatori dell’Emilia Romagna, in piazza Mortani si svolgerà la prima esposizione zootecnica con bovini, ovini ed equini. Nella vicina via Pisacane esposizione di prodotti tipici e dell’artigianato con Coldiretti – Campagna Amica e CNA, oltre alla possibilità di assaggiare prodotti tipici selezionati da Slow Food. In piazza Garibaldi sarà possibile ammirare attrezzi contadini d’epoca e la mostra fotografica “La fiera nel dopoguerra”, con immagini tratte dall’Archivio Fotografico di Giovanni Valbonesi in collaborazione con SPI CGIL. Per i più piccoli, giochi in legno tradizionali e, alle 15,30, concerto dell’Orchestrona della Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli con partenza da piazza Garibaldi e arrivo in piazza Mortani. ​