La neve caduta in questi giorni, oltre a creare forti disagi anche a Rocca San Casciano (foto di Daniela Frassineti), ha costretto gli organizzatori della Festa del Falò, a posticipare la manifestazione al 21 e 22 aprile. La decisione è stata presa in quanto risulta impossibile realizzare i due grandi pagliai in tempo utile per la festa, vista l’impraticabilità delle zone dove vengono raccolte le ginestre. “Anche con il massimo impegno di tutto il rione – spiega Matteo Mancini presidente del Rione Mercato – è praticamente impossibile procurare tutte le ginestre che servono per realizzare il pagliaio“. Gli fa eco Pierluigi Lotti, presidente del Rione Borgo: “Realizzare i due grossi pagliai richiede diversi mesi di lavoro da parte dei volontari dei due rioni, e quest’ondata di maltempo ci ha messo in grossa difficoltà“.
Antonella Ricci presidente della pro loco aggiunge: “Prima di prendere questa decisione così importante abbiamo dovuto consultare tutti gli interessati della grande macchina organizzativa, trovando, per fortuna, un’ottima collaborazione e disponibilità“.
L’assessore comunale Lucio Giorgini si dice sicuro che anche quella di quest’anno sarà una bellissima manifestazione. “Ci saranno delle novità rispetto alle passate edizioni e siamo sicuri che il nostro affezionato pubblico sarà numeroso come tutti gli anni“.
L’appuntamento con la Festa del Falò “slitta” quindi al 21 e 22 aprile, il programma rimane invariato e verrà presentato nei prossimi giorni.