festa della donna mimosa 8 marzo

Con due diverse speciali iniziative il Comune di Bertinoro celebra la Giornata internazionale della Donna, da tutti nota più semplicemente come la Festa della Donna. La prima iniziativa prenderà il via mercoledì 7 marzo, alle ore 18,30, nella Sala del Popolo di Palazzo Comunale, quando sarà inaugurata la mostra “Preziose tonalità femminili” realizzata da Claudia Farnedi, in arte Claudia Meraviglia, una designer che utilizza le proprie opere e ricerche artistiche anche per comunicare socialmente, dando voce, con allestimenti e progetti, a principi etici, filosofici e sociali che più la toccano e che sente importanti per la società odierna. La mostra che propone per la Festa della Donna a Bertinoro unisce scatti fotografici e grafica digitale presentando immagini di donne importanti per la cultura, l’economia e la società per ricordare il loro ruolo prezioso per tutti noi, nonostante le enormi difficoltà incontrate per studiare, farsi riconoscere per le loro competenze ed essere ascoltate per le idee di cui sono state portatrici. L’esposizione rimarrà aperta fino al 17 marzo negli orari di apertura degli uffici comunali, mentre l’artista ne proporrà un allestimento speciale presso il Teatro ex seminario di Bertinoro fin dal primo pomeriggio di domenica 11 marzo, giorno in cui si svolgerà la seconda iniziativa. Infatti domenica 11 marzo, al teatro dell’ex seminario di Bertinoro, a partire dalle ore 21,00, Francesca Romana Perrotta terrà un concerto dal titolo “Le donne senza voce” a ingresso gratuito. Francesca, cantautrice e musicista, si è fatta conoscere su scala nazionale dal 2005, grazie al suo brano d’esordio “In genere sogno”, che è stato presentato da Fiorello su Radio Rai 2, ed ha potuto raccogliere gli apprezzamenti di artisti come Pupi Avati che l’ha definita «una voce che suona libera da pregiudizi e stereotipi, piena di una passione assoluta e di un forte senso della dignità umana, prima ancora che femminile».
Le iniziative sono state proposte dall’assessore alle politiche di parità, Gessica Allegni, che afferma: «Sono felice che Bertinoro ospiti questo progetto dedicato alle donne della storia, per festeggiare degnamente l’8 marzo, un giorno simbolo delle lotte per l’emancipazione femminile e per le pari opportunità. Attraverso le opere di Claudia Farnedi e la musica di Francesca Romana Perrotta ci sarà possibile riportare l’attenzione sulla centralità della donna nella nostra società, soprattutto in tempo di violenze intollerabili e crescenti che ne minano la libertà e la dignità. È anche un modo per rinnovare il nostro impegno verso la realizzazione di una comunità realmente giusta ed equa, che passa anche dalla diffusione di arte e cultura».
Anche il sindaco, Gabriele Antonio Fratto, conferma la volontà dell’Amministrazione comunale nel decidere di realizzare questo progetto: «Come Sindaco mi sento molto vicino al tema trattato nella Festa Internazionale della Donna: sono temi che credo sia importante ribadire con forza, al di la del gesto simbolico dell’offrire una mimosa o di un’altra forma di gentilezza espressa in questa particolare giornata. Credo soprattutto che un Comune, una comunità, oltre l’ordinario, oltre allo sguardo rivolto al futuro debba dedicarsi anche a costruire eventi pedagogici come questo. E’ importante farlo soprattutto in un momento storico come questo, così delicato, dall’andamento “gamberesco” rispetto le tante conquiste faticosamente ottenute ed oggi sminuite, se non in alcuni casi cancellate o in procinto di esserlo. E’ un’opportunità, quella che abbiamo costruito quest’anno insieme a Claudia Farnedi, che personalmente ritengo essere molto positiva per la nostra comunità bertinorese».
Due iniziative che, quindi, costruiscono un progetto, di cui Francesca Romana Perrotta si fa senz’altro portavoce con le sue canzoni: «Sto portando in giro il mio ultimo album ‘L’ora di mezzo’ e la tappa di Bertinoro mi è molto cara in questa settimana particolarmente dedicata alla donna. Sono da sempre impegnata a mantenere vivo il filo rosso femminile, che rappresento come cantautrice a livello nazionale, dando voce alle donne della storia che non ne hanno avuta. Si tratterà non di un semplice concerto, non di un semplice “otto marzo”. Metterò in scena, con le canzoni, il mio ruolo di musicista, di mamma, d’insegnante e di donna. Attraverso tutte queste parti di me, desidero comunicare che possiamo essere indipendenti, autonome, belle anche da vecchie, che il nostro cervello, il nostro modo di guardare il mondo è forse il modo più giusto e che troppo spesso nella storia degli esseri umani, questa nostra visione, è stata rifiutata, umiliata, temuta. Sto cercando d’insegnare a mia figlia, ed anche sui palchi in cui salgo, la dignità femminile. Non è facile, ma continuo nel mio intento verso tutti coloro che hanno il coraggio di conoscerla, questa visione diversa. Vi aspetto domenica al Teatro di Bertinoro
L’entusiasmo di Francesca è ribadito anche dall’artista Claudia Meraviglia che sottolinea: «La mia creatività figurativa mi permette di rappresentare emotivamente ed in modo suggestivo le figure femminili che hanno lasciato tracce importanti nella storia, pezzi di talento e scie di meraviglia che ad oggi contaminano le generazioni. Sono molto onorata di presentarne qualcuna a Bertinoro in questa settimana di marzo. Nove Preziose Tonalità Femminili per ricordare alle donne l’importanza dell’autostima, della dignità e del proprio posto nel mondo. E per far riflettere i signori uomini sul dettaglio, non trascurabile, della figura che da sempre sta al loro fianco in modo indispensabile e prezioso

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO