Restaurando il cinquecentesco Palazzo del Monte di Pietà, la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì intese restituire alla fruizione pubblica l’edificio forlivese unanimemente considerato di maggior pregio tra i complessi rinascimentali della città ad uso civile. In quest’ottica decise anche di riservare le sale al piano terra a percorsi espositivi mirati a promuovere la conoscenza della storia culturale del territorio.
Dal 2007 al 2015 la Fondazione ha così ospitato nelle sale a piano terra del Palazzo di Residenza 46 mostre capaci di richiamare, complessivamente, oltre 60.000 visitatori, facendone un ‘luogo della cultura’ conosciuto ed apprezzato anche fuori Forlì.
Dall’autunno del 2015, mirando a fare di queste sale anche un luogo di produzione culturale ex novo coinvolgendo in maniera più diretta e continuativa gli artisti del territorio secondo il modello del “Cenacolo Artistico Forlivese”, la Fondazione ha siglato un accordo con un raggruppamento di associazioni del territorio per condividere la direzione artistica e la gestione delle sale stesse, realizzando il progetto “Arte al Monte” che ha visto la realizzazione di altre 14 mostre, cui sono stati collegati oltre 40 eventi collaterali, capaci di richiamare complessivamente oltre 20.000 spettatori.
Nell’imminenza dello scadere dell’accordo triennale, visto il buon esito della prima sperimentazione, la Fondazione ha deliberato di bandire un nuovo “Avviso pubblico finalizzato all’acquisizione di manifestazioni di interesse volte alla gestione dello spazio espositivo presso il Palazzo del Monte di Pietà per il triennio 2018/2019 – 2019/2020 – 2020/2021”. Copia integrale dell’ “Avviso”, rivolto a singole associazioni culturali, a singoli raggruppamenti di artisti (previa costituzione in associazione culturale) e a consorzi/raggruppamenti tra più associazioni culturali, è scaricabile dal sito della Fondazione, nella sezione dedicata agli eventi. Il termine ultimo per la presentazione delle proposte è fissato per lunedì 23 aprile alle ore 12,00.