Liberi-e-Uguali di Forlì

«Liberi ed uguali di Forlì lancia una raccolta di firme a sostegno della richiesta di regolamentare l’uso degli spazi pubblici ed impedire lo svolgimento di iniziative di partiti o associazioni di ispirazione fascista.
Forlì, città decorata con la Medaglia d’argento al Valor Militare, ha una limpida tradizione antifascista e democratica condivisa dalla stragrande maggioranza dei suoi abitanti. Non si è persa infatti la memoria della violenza, degli omicidi commessa nel nostro territorio dal movimento fascista fin dagli anni ‘20, né le stragi di partigiani, ebrei e cittadini inermi perpetrati nel periodo di occupazione delle forze naziste nel periodo 1943-44.
A ottant’anni dalla promulgazione delle leggi razziali, abbiamo assistito in diverse parti del Paese al rinascere di manifestazioni che si richiamano a ideologie neofasciste o neonaziste, fondate sulla discriminazione, l’odio verso il diverso, la xenofobia… Queste manifestazioni sono spesso caratterizzate da violenza e aggressioni a cittadini democratici, come è avvenuto anche a Forlì lo scorso 8 dicembre, quando alcuni militanti antifascisti sono stati aggrediti e un sindacalista è rimasto ferito.
Per queste ragioni Liberi e Uguali di Forlì chiede che sia approvata con la massima urgenza dall’amministrazione comunale un atto analogo a quello approvato in numerosissime città italiane, un provvedimento amministrativo che impedisca lo svolgimento, sul suolo forlivese, di iniziative di partiti o organizzazioni di ispirazione fascista, razzista o omofoba, che non solo offendono i valori della nostra comunità, ma appaiono pericolose per la tutela dell’ordine pubblico.
I cittadini che la condividono e vogliono sollecitare l’amministrazione comunale alla discussione e approvazione di un tale atto, potranno firmare la nostra petizione durante il mese di febbraio, quando Liberi e Uguali sarà presente con propri banchetti in piazza Saffi ogni lunedì e venerdì di mercato. Oppure è possibile aderire scrivendo al sito liberieugualifc@gmail.com».

Il comitato elettorale di Liberi e Uguali di Forlì