La XVI edizione del ciclo “Eppur si muove”

0

Udi Forlì e Archivio Udi Forlì-Cesena, con il patrocinio dell’assessorato alla cultura e pari opportunità del Comune di Forlì, dà vita alla XVI edizione del ciclo ‘Eppur si muove‘.
Il ciclo, dal titolo “Diritti, lavoro e cittadinanza delle donne nell’Anniversario della Costituzione“, si snoderà in tre incontri incentrati sulle tematiche richiamate dal titolo e in particolare riferiti agli articoli 2, 3 e 37 della nostra Carta Costituzionale. Diritti, come quello alla parità, al lavoro, al rispetto dei diritti inviolabili per noi fondamentali, che vanno conosciuti, sostenuti e condivisi.
Si comincia mercoledì 7 febbraio, dalle 20,45 nella sede Udi in via Albicini 25 a Forlì con il primo appuntamento che vedrà ospite la costituzionalista Adriana Apostoli, per la serata dal titolo “Madri costituenti e cittadinanza di genere“. Il riferimento diretto è alla Costituzione nel suo complesso, alla sua stesura e in particolare all’articolo 3 che recita: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e la uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”. Presenta Angelamaria Golfarelli.
Secondo appuntamento il mercoledì 28 febbraio, in cui Rosangela Pesenti, femminista e presidente dell’associazione nazionale archivi Udi, parlerà di “Donne, lavoro, autonomia, diritti: quali parole aggiungere?“. Il diritto al lavoro è per le donne costantemente messo in discussione sia relativamente all’accesso, alla conservazione di un impiego, sia per quanto riguarda la parità salariale e le pari opportunità. Eppure la costituzione parla chiaro all’articolo 37: “La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore. Le condizioni di lavoro devono consentire l’adempimento della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla madre e al bambino una speciale e adeguata protezione. La legge stabilisce il limite minimo di età per il lavoro salariato. La Repubblica tutela il lavoro dei minori con speciali norme e garantisce ad essi, a parità di lavoro, il diritto alla parità di retribuzione”. Presenta la serata Alice Melandri.
Terzo ed ultimo appuntamento martedì 13 marzo, sempre nella sede Udi in cui Laura Pireetti, di Udi Nazionale, sarà ospite per l’incontro dal titolo “Libere di scegliere – 194 una Legge da difendere”. Diritti, quello all’autodeterminazione ad alla salute che sono fondamentali, che rientrano a pieno diritto nel novero dei diritti inviolabili, garantiti all’Articolo 2 “La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale” ma che quotidianamente vengono violati. Presenta Brunella Turci. Alle serate parteciperà l’assessore Elisa Giovannetti.