bidoni rifiuti

Evidentemente i rifiuti provenienti dal faentino sono qualitativamente migliori, e quindi meno impattanti per la salute pubblica, di quelli della Capitale. Non si spiegherebbe altrimenti la natura discrezionale della politica ambientalista del sindaco di Forlì, Davide Drei, che solo qualche settimana fa ha rivendicato con enfasi campanilista il proprio no ai rifiuti romani, ribandendo l’ovvietà del progressivo spegnimento dell’inceneritore di Coriano”. A dirlo è il capogruppo della Lega Nord Daniele Mezzacapo, commentando le dichiarazioni paternalistiche del primo cittadino forlivese la cui “solidarietà istituzionale è molto selettiva”.
Dovrebbe essere evidente se non addirittura scontato, anche ai vertici del partito democratico forlivese, che il pronunciamento ostativo del Tar circa l’ipotesi di ampliamento della discarica Tre monti, pone un interrogativo di lungo periodo sulle modalità di smaltimento e conferimento dei rifiuti indifferenziati del bacino imolese. Non c’è alcuna certezza sull’incremento temporaneo del carico di materiale che nei prossimi giorni verrà bruciato nell’impianto di Coriano. La sola certezza è dettata dall’impatto inquinante che questi rifiuti comporteranno sia sull’ambiente, che sulla salute dei nostri cittadini”.