Cinecircolo del gallo

Venerdì 12 gennaio, alle ore 21,00, alla Sala San Luigi, in via Luigi Nanni 12 a Forlì, la Compagnia Cinecircolo del Gallo metterà in scena prima di sciogliersi dopo 55 anni di storia e dialetto la commedia dialettale romagnola “Mèti la quêrta“, tre atti di Alfredo Pitteri. «Il 12 gennaio sarà l’ultima esibizione ufficiale del Cinecircolo del Gallo». A dare l’annuncio è stato qualche giorno fa proprio Aurelio Angelucci, fondatore del Cinecircolo nel lontano 1963. Il popolare “Tugnaz”, molto commosso ha dato appuntamento per l’addio definitivo della compagnia proprio in occasione dell’ultima rappresentazione della commedia “Mèti La Quêrta”, tre atti di Alfredo Pitteri.

Venerdì 12 gennaio, alle ore 20,45, nella Sala Parrocchiale di San Martino in Villafranca, in via Lughese 135 a Forlì, per la rassegna “4 sbacarêdi un e nòstar dialet” la Cumpagnì dla Zercia metterà in scena la commedia dialettale romagnola “L’ambiziò de bdòcc“.
Il teatro ci mette a disposizione uno strumento col quale possiamo riuscire a ridere amaramente di certi nostri modelli culturali che, sostenuti da idee di decoro e dignità, finiscono per rivelarsi così vuoti da uccidere persino il buon senso della persona. Per comprendere le cose, anche le più amare, per guardare in profondità noi stessi a volte lo strumento del comico si rivela il più efficace. Affannarsi intorno a futili problemi, investire il proprio tempo in funzione dell’apparire, impostare i rapporti con le persone che ci stanno intorno inquinati da rivalità ed ipocrisie è vizio antico dell’uomo ma altrettanto antica è l’arte teatrale che se ne occupa per farci comprendere quanto piccole, piccole si rivelino, a volte, le nostre ambizioni. Piccole cóma un bdöcc che va s-ciazê. Appunto.
Ingresso a offerta libera. Il ricavato sarà devoluto alla raccolta fondi per la realizzazione di un’opera in memoria di don Gaetano Lugaresi, già parroco del luogo.