Non si rileva alcuna incompatibilità o conflitto di interesse tra il già presidente del CdA di Livia Tellus Romagna Holding Spa, Gianfranco Marzocchi, e un dipendente dell’Impresa Sociale For.B. Onlus, affidataria di commesse pubbliche da parte della partecipata del Comune di Forlì, FMI – Forlì Mobilità Integrata.
E’ quanto emerge dal parere formale pervenuto a questa Amministrazione in data 17 gennaio da parte di ANAC, Autorità Nazionale Anticorruzione, a firma del Presidente Raffaele Cantone, a seguito della richiesta inoltrata dal Segretario Comunale nel mese di marzo 2017, su un presunto conflitto di interesse tra il Presidente della Holding e un dipendente della Cooperativa Sociale, in quanto legati da vincoli di parentela.
Secondo ANAC, dalle verifiche effettuate non emergono situazioni di incompatibilità o di conflitto di interesse, tenuto conto della posizione di totale estraneità di Livia Tellus rispetto alla Cooperativa Sociale For.B, “in quanto priva del potere di incidere in modo determinante – si legge nel parere dell’Autorità Anticorruzione – sull’affidamento dei servizi strumentali alla mobilità”, peraltro avvenuti nel pieno rispetto della normativa in tema di contratti pubblici.
Sono sempre stato certo della correttezza delle procedure adottate in applicazione della normativa in materia di conflitto di interesse riguardante la Holding Livia Tellus e le Società collegate – dichiara il sindaco di Forlì Davide Drei -. La conferma che arriva dall’autorevolissimo parere dell’Autorità Anticorruzione sancisce la trasparenza delle scelte compiute e fa piena luce sulla legittimità dell’esercizio del ruolo delle figure coinvolte”.