Davide-Drei-e-Bus

«Pochi giorni fa un gruppo di amministratori e tecnici, capitanati dal sindaco di Forlì, hanno presentato i nuovi autobus appena acquistati. Hanno voluto sottolineare l’importante contributo che questi nuovi mezzi, secondo loro, darebbero alla battaglia contro l’inquinamento dell’aria, citando sigle e performance. Purtroppo, ancora una volta hanno dimostrato l’incapacità di guardare al futuro e di mettere in atto solide e concrete azioni per combattere lo smog. Hanno quindi acquistato mezzi che consumano sempre energie fossili, che montano ancora motori diesel, sia pure euro 6, oppure motori a metano il cui contributo all’effetto serra è comunque ingente. Le tematiche ambientali sembrano essere cosa troppo ostica per questi signori, per non parlare della lungimiranza.
Alcuni Paesi stanno investendo risorse ingenti per produrre veicoli elettrici, la Volvo dal 2019 non produrrà più auto a benzina o diesel che Francia e Gran Bretagna hanno deciso di mettere al bando al 2040. Questo è lo scenario futuro che dovrebbe essere guardato con attenzione a causa della drammatica condizione dell’aria del nostro territorio che richiede azioni concrete e non pannicelli caldi quali qualche giorno di limitazioni del traffico in Centro. Ci sono città che stanno valutando con attenzione questi scenari e già da oggi effettuano scelte oculate nella sostituzione delle flotte dei mezzi pubblici.
Torino e a Novara hanno acquistato bus elettrici addirittura da una azienda cinese. Anche la Menarini che ha prodotto i nuovi bus di Start Romagna produce bus elettrici. Questo avrebbe dovuto pretendere il Sindaco, questo è quello che avrebbe dovuto fare la società dei trasporti pubblici romagnola. Ci sarebbero state ricadute positive sia sulla salute dei cittadini sia sulle aziende che producono veicoli elettrici che in Italia segnano il passo mentre all’estero stanno avendo una esplosione nella produzione e nella commercializzazione delle loro produzioni.
Una ultima notazione: a Torino tutti sanno quale sia la formazione politica che esprime il sindaco mentre a Novara l’amministrazione è a guida leghista. Il Presidente della Regione è un Pd pragmatico e capace. Questo inedito pool ha saputo fare quello che le proverbialmente avanzatissime amministrazioni di sinistra emiliane neppure si sognano».

Federazione dei Verdi di Forlì-Cesena