Basket Unieuro Forlì-OraSi Ravenna

Non sarà una partita come tutte le altre, Unieuro ForlìTermoforgia Jesi. E non solo perché si tratta dell’ultimo appuntamento del 2017 all’Unieuro Arena, o perché siamo all’antivigilia di Natale: in palio (palla due alle ore 20,30 di sabato, arbitrano Moretti, Catani e Nuara) ci sono due punti pesantissimi per la stagione della Pallacanestro Forlì 2.015 che dopo il convincente avvio di stagione è incappata in cinque sconfitte consecutive ed è stata risucchiata a ridosso della zona playout. Partita molto delicata dunque e contro un avversaria, la Jesi di Hasbrouck e Brown, che dall’alto dei suoi 14 punti può giocare con la massima serenità ogni possesso. Pressione, calore, attesa: sarà un match senza respiro.
Qui Forlì – In casa biancorossa c’è grande attesa per il recupero del play israeliano Yuval Naimy, out per influenza a Piacenza e rientrato in gruppo mercoledì. Non sarà al massimo della forma ma la sua sola presenza basta per “illuminare” l’attacco dell’Unieuro. Qualche lieve acciacco anche per Fallucca (caviglia) e Jackson (adduttori), ma entrambi stringono i denti e saranno del match. In settimana coach Valli ha sottolineato la compattezza della società: “In queste settimane ci è stata vicino dimostrando grande unità d’intenti. Ora sta a noi ripagare club e tifosi”. Fiducia e lavoro le parole spese da Joshua Jackson, 25 punti al PalaBanca domenica scorsa: “Abbiamo perso le ultime partite con scarti molto bassi, dobbiamo restare focalizzati per tutti i 40 minuti per tornare a vincere. Ci sono dei momenti in cui ci riesce tutto ed altri in cui ci facciamo prendere dalla paura, stiamo facendo allenamenti molto duri e ora vogliamo tradurre il nostro lavoro sul campo. La squadra lavora molto bene, sta a me migliorare le percentuali di tiro”.
Qui Jesi – Cagnazzo ha tutti a disposizione fatta eccezione per Quarisa. Il coach di Jesi in settimana ha previsto una partita “difficilissima, che metterà alla prova la nostra consistenza come squadra soprattutto nei momenti meno positivi che caratterizzeranno l’andamento dell’incontro. Dovremo essere molto bravi a proporre in campo una difesa solida, attenta e capace di limitare il loro talento offensivo e la loro fisicità, per provare poi ad imporre il nostro ritmo in attacco. Conosciamo bene il calore del pubblico forlivese e sappiamo che troveremo di fronte un ambiente carico e che proverà a spingere la propria squadra verso la vittoria, noi dovremo pensare solamente a giocare completamente concentrati su ogni singolo possesso della gara”.

Proposto in Italia nel 2014 dal sito di informazione e cultura sportiva La Giornata Tipo, il Teddy Bear Toss verrà realizzato per la prima volta a Forlì. Dopo il primo canestro (non valgono i tiri liberi!) i tifosi lanceranno sul parquet centinaia di peluche che la società consegnerà a “Savamamme”, una Onlus che opera da oltre 15 anni intervenendo nei momenti cruciali dell’abbandono e della solitudine delle mamme e delle famiglie in condizioni di grave disagio socio-economico.

A seguito del grande successo dell’iniziativa di Unieuro e Polizia di Stato #CuoriConnessi, dedicata a contrastare il fenomeno del Cyberbullismo, la società ha deciso di invitare gratuitamente alla partita tutti gli Under 19: presentandosi alla cassa con un documento d’identità riceveranno un biglietto omaggio per Unieuro Forlì–Termoforgia Jesi. Attesi all’Unieuro Arena anche gli studenti e le insegnanti delle scuole primarie “Peroni” di Vecchiazzano e “Rodari”.

Le altre partite – Consultinvest Bologna-Roseto Sharks, GSA Udine-XL Extralight Montegranaro, OraSì Ravenna-Dinamica Generale Mantova, Bondi Ferrara-Bergamo, Alma Trieste-Assigeco Piacenza, Agribertocchi Orzinuovi-Tezenis Verona, Andrea Costa Imola-De’ Longhi Treviso.

La classifica – Alma Pallacanestro Trieste 22, XL Extralight Montegranaro 18, G.S.A. Udine 16, OraSì Ravenna 16, Consultinvest Bologna 16, Dinamica Generale Mantova 14, Termoforgia Jesi 14, Tezenis Verona 12, De’ Longhi Treviso 10, Andrea Costa Imola Basket 10, Assigeco Piacenza 10, Bondi Ferrara 10, Unieuro Forlì 8, Agribertocchi Orzinuovi 6, Bergamo 6, Roseto Sharks 4.

Luca Mastrangelo e Riccardo Fantini



Anticipo natalizio per i Tigers che a Desio sono chiamati a chiudere il 2017 ribadendo l’ottimo stato di forma con 4 vittorie nelle ultime 5 partite. Gli arancioneri si troveranno di fronte la Rimadesio di coach Frates che in casa ha collezionato ad oggi 5 delle 6 vittorie che la collocano a 4 punti dai romagnoli.
Con la voglia di riscatto dopo la debacle del PalaCattani domenica scorsa, l’Aurora Desio vorrà certamente replicare l’ottima prestazione casalinga con la quale i lombardi hanno precedentemente piegato nientemeno che Lecco, con un perentorio 71 – 59. Sarà dunque necessario mantenere alta la guardia per i Tigers che dal canto loro giocheranno giovandosi del plus motivazionale derivato dal recente prolungamento del contratto di coach Di Lorenzo fino al 2021.
Miglior realizzatore di Desio è il playmaker classe ’96 Carlo Fumagalli che, in poco più di 33 minuti di media, segna 15,8 punti raggiungendo così la doppia cifra insieme al solo Daniel Perez, ex Crabs, che sfiora i 14 punti a partita. Complessivamente migliori le statistiche dei Tigers che devono però riscattarsi dalla scarsa vena realizzativa dell’ultimo match, comunque vinto contro Palermo al Villa Romiti, ma soprattutto devono dimostrare maggiore incisività in trasferta, condizione fondamentale per competere per un playoff “alto” al termine della regular season.
La palla a due verrà alzata alle ore 20,30 di sabato 23 dicembre al Palazzetto A. Moro di Desio (MB). La gara sarà diretta dai signori Andrea Vigato di Este (PD) e Simone Farneti di Quartu Sant’Elena (CA).

Massimo Framboas