Assigeco Piacenza – Unieuro Forlì: 92-83

Ennesima trasferta senza punti per Forlì che, costretta a fare a meno del suo regista febbricitante e impiegabile da Valli solamente per una decina di minuti fra primo e secondo quarto, raddrizza una partita che sembrava destinata ad andar male già da inizio ripresa quando i biancorossi romagnoli si trovavano pronti via meno 21 (51-30); ma andiamo con ordine.
L’Unieuro parte male: molla in difesa e imprecisa in attacco. Dopo il 4 pari iniziale, infatti, subisce un 7-0 che porta i padroni di casa sull’11 a 4 chiuso da Bonacini; l’unico sceso in campo nei primi venti minuti per gli ospiti. Forlì reagisce e con Jackson impatta quota 17 ad un soffio della prima sirena. Piacenza trova nuovamente il vantaggio con Infante che fissa il punteggio sul 19 a 17 del primo mini riposo.
Al rientro dalla sospensione la Pallacanestro Forlì vive un incubo prendendo un parziale di 10 a 0 che porta gli emiliani a quota 27 (chiuso sempre da Jackson). Il quarto a questo punto scorre via veloce ed equilibrato. L’Assigeco cavalca Sanguinetti e i propri lunghi per fare male ai romagnoli. Gli ospiti non sono neanche fortunati perché le palle 50 e 50 che solitamente sono importantissime per determinare andamento di una partita, nel primo tempo vanno tutti a vantaggio di Infante e soci. Va da sé che il -13 del ventesimo minuto risulti essere un brutto affare per la squadra forlivese.
Al rientro dagli spogliatoi la musica sembra non cambiare. Sanguinetti con due bombe porta i suoi fino al citato +21 di inizio racconto, poi però qualcosa nel giocattolo piacentino si rompe e l’Unieuro rientra piano piano in partita con la difesa più arcigna e con un Jackson finalmente di livello. Formenti e i suoi però non mollano e ritrovano il vantaggio sul finire del quarto; ma è ancora Bonacini ad impattare la gara a quota 59 sulla sirena del parziale con un canestro da tre in sottomano.
La frazione conclusiva vede i romagnoli andare davanti più volte ma senza riuscire a decidere la gara. Il vantaggio forlivese arriva fino al +4, ma l’Assigeco riesce a rientrare in gara e a sopravanzare gli ospiti nel finale del parziale. I padroni di casa sembrano destinati a vincere quando si trovano a +4 a poco tempo dalla sirena finale, ma una discussa tripla di Jackson e un fallo su Diliegro a rimbalzo rimettono in partita Forlì che si trova a 17 secondi dalla fine sul +1. La difesa dell’Unieuro sembra tenere ma viene fischiato un fallo contestatissimo da Valli e soci su Infante che si accomoda in lunetta per riportare in avanti i suoi. Il capitano piacentino però non è preciso dalla linea e impatta quota 77. A poco meno di 4 secondi dalla fine l’Unieuro esce da un time out e invece di servire con un lancio lungo da una rimessa a Diliegro marcato da 4 uomini magari era meglio servire la propria guardia che poi avrebbe magari sbagliato ma la scelta sarebbe stata sicuramente più sensata. Ma tant’è. Forlì, infatti, non trova bersagli e così la gara va ai supplementari. La benzina romagnola è finita. Sanguinetti spacca nuovamente la gara che finisce con Piacenza in trionfo e con gli ospiti ingiustamente, secondo noi, fischiati dai propri tifosi.
La squadra ha dato tutto quello che aveva e tutto quello che poteva nella gara odierna, bisogna però ammettere che in determinati momenti della partita ha difettato in attenzione.

Assigeco Piacenza: Guyton 23 (5/7, 3/6), Sanguinetti 22 (2/3, 6/10), Infante 17 (6/9, 0/2), Oxilia 14 (6/13, 0/2), Formenti 6 (0/1, 2/3), Arledge 5 (1/6, 0/1), Reati 3 (1/2 da tre), Fontecchio 2 (1/3, 0/1), Costa n.e, Seye n.e, Livelli n.e, Diouf 0 n.e. All. Zanchi.
Tiri da due: 21/42 (50%). Tiri da tre: 12/27 (44%). Tiri liberi: 14/24 (58%). Rimbalzi: 34 (11+23) – Assist: 24.
Unieuro Forlì: Jackson 25 (3/6, 5/6), Bonacini 20 (6/9, 2/4), Severini 11 (3/6, 1/7), Diliegro 11 (4/11), Fallucca 6 (0/1, 2/7), Naimy 5 (1/2, 1/3), De Laurentiis 5 (1/2, 1/1), Castelli (0/1, 0/1), Pinza n.e, Thiam n.e, Campori n.e. All. Valli.
Tiri da due: 18/38 (47%). Tiri da tre: 12/29 (41%). Tiri liberi: 11/13 (85%). Rimbalzi: 33 (9+24) – Assist: 13.
Parziali: 19-17, 43-30, 59-59, 77-77.