Andrea Cerreti redazione don pippo

Vorrei raccontarvi l’esperienza lavorativa che al contempo rappresenta anche la realizzazione di un sogno personale di una ragazza con sindrome di down, mia cara amica, Elisa Spazzoli. Lei ha dimostrato che qualsiasi ostacolo può essere superato nonostante le diverse difficoltà che possiamo incontrare. A lei piacciono molto i bambini, per questo desiderava lavorare in un asilo e quando è arrivata questa opportunità ha dato prova di un’immensa passione, che era presente in lei sin da piccola. Si è impegnata molto per acquisire tutte quelle capacità indispensabili se si vuole svolgere al meglio questo lavoro: senso di responsabilità, attenzione e capacità di interazione con i bimbi durante le attività.
Notando questo suo grande desiderio e le sue capacità dimostrate in altri contesti, la Coop. sociale Paolo Babini ha deciso di darle la possibilità di fare volontariato in uno dei loro asili per due giorni la settimana.
Inizialmente ha riscontrato alcune difficoltà perchè seguire dei bimbi così piccoli non è affatto semplice, ma grazie al supporto dei colleghi e ponendo domande per le situazioni più complesse è riuscita a dare il meglio di se.
Questa storia rappresenta senza alcun dubbio un’ulteriore passo verso l’autonomia e anche una crescita personale indispensabile, perchè fornirà competenze che potranno essere utilizzate in diversi ambiti.
Anche la mia esperienza è molto simile a quella di Elisa, perchè entrambe partecipiamo ad un progetto di autonomia “Liberi di…” alla Fondazione Opera don Pippo Onlus. Questa esperienza ha cambiato fortemente le mie traiettorie, perchè una volta concluso il percorso scolastico mi sentivo parecchio spaesato, in seguito questa opportunità mi ha dato stimoli nuovi, mostrandomi capacità e un potenziale che fino ad ora era rimasto inespresso. In seguito sono stato inserito in tutti gli altri progetti della Fondazione, fino a quando non mi è stata offerta persino l’occasione di svolgere il servizio civile, che rappresenta il mio primo vero e proprio esperimento lavorativo, che sarà determinante anche per valutare al meglio quale percorso universitario intraprendere.
Questa riflessione dimostra che indipendentemente dalla propria condizione di disabilità, che sia motoria come nel mio caso o intellettiva come nel caso della mia amica Elisa, abbiamo entrambe degli obiettivi da perseguire ed è solo attraverso la volontà e la determinazione che si ambire a certi risultati e provare a conquistare i propri sogni!

Andrea Cerreti

CONDIVIDI
Articolo precedenteI Baskers sfioriscono coi Giardini Margherita
Articolo successivoPensioni, Ugl scende in Piazza Saffi contro la proposta del Governo

La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all’esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti.
Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell’argomento, degli interessi o del destinatario dell’informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto.
Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l’individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l’ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia.
L’idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all’esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare.
Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all’albo).