don pippo a radio jump

Pensavamo di averle fatte tutte, e invece ce ne mancava una: andare in radio! Martedì, infatti, la parte femminile del gruppo della redazione della “Fondazione Opera don Pippo”, è stata protagonista di una diretta a “Radio Jump” all’interno del locale di piazza Morgagni. Tutto ciò è nato da un incontro casuale tra l’educatore della Don Pippo Andrea Garzaniti e Giulia Zanetti, nonché la speaker di Radio Jump. Ma qual è il motivo che ci ha spinto a partecipare a questa iniziativa? Ciascuna di noi l’ha fatto per una ragione diversa, ma tutte insieme legate dal volersi far conoscere per quello che siamo e far abbattere gli schemi mentali e i pregiudizi legati al mondo della disabilità. La diretta si è aperta con un brano musicale, seguito dalla presentazione di Giulia Grigi, che ha spiegato un po’ il motivo della nostra presenza lì al Jump quella sera. Poi Sara e Paola hanno spiegato cosa è per loro la redazione e che ruolo hanno all’interno di essa. Dopo la trasmissione, come delle vere fan, siamo state onorate di intervistare la speaker e capire qualcosa in più su Radio Jump e la sua presenza all’interno di essa. Giulia Zanetti, conduttrice del programma “Festina Lente”, scelse di chiamarlo così in quanto vuole dire in latino “Affrettati Lentamente”, ossimoro che è diventato la sua filosofia di vita. Il suo sogno, era fin da piccola, quello di andare in radio, così durante l’università di giurisprudenza a Bologna, scelse di formare un gruppo con le sue amiche lì nella città, e grazie all’aiuto del web iniziarono a trasmettere le loro dirette in una radio di Milano. Finita l’università, Giulia ritornò dalla famiglia a Forlì, ma con ancora la voglia di condurre in radio, così conobbe Radio Jump e ne diventò collaboratrice insieme agli altri ragazzi del locale. Ci sono infatti grandi novità in arrivo. Sarà così emozionante anche la prossima? Seguite i nostri interventi su https://m.soundcloud.com/radio-jump-941856123/festina-lente-don-pippo-onlus.

Sara Sartoni, Paola Negosanti

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’albero vero in piazza Saffi
Articolo successivoPolitici nei Tg: necessità di una moratoria
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).