Basket Unieuro Forlì

Scaligera Verona – Unieuro Forlì: 84-75

Niente da fare per Forlì all’Agsm Forum. I biancorossi con un Fallucca a scartamento ridotto restano aggrappati alla partita fino ai minuti finali ma devono arrendersi ad una Verona brillante, lunghissima nelle rotazioni e trascinata dalla coppia di americani.
Molti applausi per Dane DiLiegro alla presentazione delle squadre, ed è proprio il centro l’anno scorso a Verona che realizza i primi due punti forlivesi su tiro libero per il 4-2. Forlì però fatica in attacco, segna il primo canestro su azione solo dopo 4’30” con Castelli per l’8-4. Greene e Jones, i due americani della Tezenis, sono immarcabili con il loro campionario di triple e penetrazioni, l’attacco veronese sono loro due (rispettivamente 7 e 10 punti dopo il primo quarto), mentre in casa forlivese chiudono a referto in cinque dopo i primi 10 minuti con un eccellente DiLiegro che chiude con 6 punti e 5 rimbalzi a far compagnia a Bonacini e Castelli (2 punti a testa), e a Fallucca e Naimy autore ciascuno di un tiro di tre punti a segno per il vantaggio veronese 19-16.
Il secondo quarto inizia con la tripla di Naimy che pareggia a quota 19. L’Unieuro mette il naso avanti per la prima volta a 4’34” dall’intervallo lungo dopo un canestro di DiLiegro su rimbalzo d’attacco per il 27-28. Totè, lungo mancino dei padroni di casa, comincia con 2/2 da tre, in casa forlivese Jackson non è preciso (0-3 da due e 1-6 da tre dopo i primi 20′), così come Castelli e Naimy, ma è del capitano la bomba che fissa il punteggio sul 34-34 dopo i primi due quarti. Nei quali Forlì tira male – 41% da due e 29% da tre contro il 64% e 36% dei veronesi – ma è stata a galla grazie alla difesa e ad un attacco molto più distribuito con 8 uomini a referto (DiLiegro 9 punti e 9 rimbalzi). Jones, 14 punti in 17′ e Greene, 10 in 17′ i più efficaci.
Gara a basso punteggio anche nel terzo quarto. Forlì continua a faticare a fare canestro e Verona a 3’51” dalla fine, complice un tecnico a Naimy, a 3’38” è sotto di otto punti 50-42. L’Unieuro però non molla e torna a -3 dopo il canestro dell’israeliano sul 51-48, poi in meno di un minuto accade l’imprevedibile: dopo l’entrata sbagliata da Amato, Bonacini va in contropiede per il canestro del possibile -1, ma Jones lo stoppa e dall’altra parte Amato segna da tre per il 54-48. Naimy affretta e sbaglia da tre, Jones non affretta e segna la tripla del 57-48 a 1’16”: dal possibile -1 al -9.
All’inizio del quarto periodo Forlì va sotto di 13, 70-57 a 7’38” e Verona sembra avere la gara in mano. Forlì arriva a -9, 70-61, ma subisce una bomba da Ikangi, che è quella del 73-61. A 5′ Jackson segna da tre per il 73-64 ma a 3’04” Verona è ancora avanti 76-66. Forlì resta in partita ma non riesce a piazzare il break che la potrebbe riportare a contatto: l’ultimo sussulto la porta a -6 sull’80-74 a 24”, ma Naimy sbaglia la tripla del -3 a 18” e Forlì perde la settima trasferta in questo campionato.

Tezenis Verona: Jones 21 (5/8, 3/4), Greene iv 21 (2/2, 5/8), Tote 10 (2/2, 2/4), Udom 9 (2/5, 0/3), Palermo 9 (1/2, 0/1), Amato 7 (1/3, 1/2), Poletti 4 (1/2), Ikangi 3 (0/1, 1/4), Nwohuocha (0/1), Oboe n.e, Dieng n.e, Visconti n.e. All. Dalmonte.
Tiri da due: 14/26 (54%). Tiri da tre: 12/26 (46%). Tiri liberi: 20/24 (83%). Rimbalzi: 29 (5+24). Assist: 15.
Unieuro Forlì: Jackson 17 (2/5, 4/12), Diliegro 17 (6/8), De Laurentiis 10 (4/4), Naimy 8 (1/4, 2/12), Castelli 8 (1/5, 2/5), Bonacini 7 (1/4), Severini 5 (1/1, 1/1), Fallucca 3 (1/1 da tre), Thiam n.e, Campori n.e. All. Valli.
Tiri da due: 16/31 (52%). Tiri da tre: 10/31 (32%). Tiri liberi: 13/17 (76%). Rimbalzi: 26 (9+17). Assist: 16.
Parziali: 19-16, 34-34, 61-52.

Riccardo Fantini e Luca Mastrangelo

CONDIVIDI
Articolo precedenteCapodanno e scaramanzia
Articolo successivoInvestita una 14enne a Forlì in viale Corridoni
Lo Staff comprende tutti i membri di 4live. Attivo fin dalla nascita di 4live (01.07.2011) ha lo scopo di comunicare tutte le informazioni e novità relative al nostro progetto.