Forza Nuova

«Venerdì 8 dicembre, in occasione della festa dell’Immacolata e dei mercatini natalizi, l’Associazione Evita Peron no profit, sigla femminile del partito politico Forza Nuova, ha allestito in piazzetta della Misura a Forlì un banchetto di raccolta firme per presentare un disegno di legge denominato “reddito alle madri”. Tale indennità mira alla tutela della donna che sceglie di rimanere a casa ad accudire la prole disponendo di un contributo mensile di 650 euro per il primo figlio a partire dal settimo mese di gravidanza, a cui si aggiungono 350 euro al mese per ogni figlio successivo, fino al compimento dei 18 anni. Il banchetto, al quale presenziavano un ragazzo ed una ragazza volontari dell’associazione, è stato sin da subito circondato in maniera intimidatoria da oltre 40 antagonisti, tra anarchici e centri sociali, che impedivano ai tanti cittadini presenti in piazza di avvicinarsi per sottoscrivere la petizione.

Quanto accaduto a Forlì è inaccettabile, soprattutto perché si parla di un banchetto di raccolta firme da parte di un’associazione di volontariato, regolarmente autorizzato ed allestito all’interno di una giornata di festa” spiega il responsabile regionale per Forza Nuova Mirco Ottaviani. “L’opera di disturbo si è protratta per ore innanzi alla presenza passiva delle forze dell’ordine ed al comportamento impeccabile dei volontari dall’associazione che, non cedendo alle tante provocazioni ricevute, hanno evitato che la situazione degenerasse in violenza in un evidente stato di inferiorità numerica. Ricordiamo ancora gli incresciosi episodi di Rimini dove lo scorso anno sempre una quarantina di individui dei centri sociali assaltarono una colletta alimentare della nostra associazione Solidarietà Nazionale spaccando la testa a due dei volontari presenti” denuncia Ottaviani che in quell’episodio rimase ferito gravemente al volto con la frattura dell’orbita oculare.
Solo l’intervento di alcuni militanti forzanovisti, che hanno allontanato fisicamente dal banchetto gli anarchici presenti, ha permesso ai volontari dall’associazone di proseguire la propria raccolta firme e ai cittadini forlivesi di avvicinarsi al banchetto informativo – prosegue il responsabile che afferma come “non risulta alcun ferito dal momento che gli antagonisti, seppur in buon numero, se la sono letteralmente data a gambe levate, così come risulta falso e privo di alcun riscontro, anche riguardando i tanti filmati, il ferimento di un agente di polizia. Io in piazza non ho visto alcuno scontro ma solamente gli occhi sconfitti di chi, con le sue politiche antinazionali ed antipopolari, ha completamente fallito ed oggi viene respinto a furor di popolo“.

Sulla vicenda interviene anche il segretario nazionale di Forza Nuova Roberto Fiore che evidenzia come “la campagna d’odio dei giornalisti di sistema, in primis la Repubblica e L’Espresso, di Parenzo e del capo della polizia Gabrielli stia sortendo l’effetto desiderato. È sacrosanto che i nostri militanti si difendano, non si arretra di un metro!“».

Forza Nuova Romagna