La decima giornata di regular season chiude il primo terzo di campionato mettendo la Pallacanestro Forlì 2.015 di fronte ad un esame difficilissimo: all’Unieuro Arena (palla a due alle ore 18,00) sbarca la Apu Gsa Udine di Lino Lardo. I friulani arrivano al match con due settimane di preparazione nelle gambe e nella testa – non hanno giocato domenica scorsa per le Nazionali – e sono reduci dall’inatteso ko casalingo con Jesi. I 10 punti in classifica di Udine con una gara da recuperare dicono quello che ad inizio stagione si sapeva già: la squadra che vedremo domani a Forlì è stata costruita per i playoff. Udine è solida, lunghissima nelle rotazioni, fisica e soprattutto esperta come da tradizione di coach Lardo: le 3 vittorie esterne su 4 incontri disputati confermano anche la straordinaria tenuta mentale di Mortellaro e compagni. Servirà tutto il calore dell’Unieuro Arena per muovere qualche emozione.
Forlì è reduce da due ko consecutivi – spiega coach Lino Lardoperciò la troveremo molto concentrata e attenta. Anche se l’ambiente romagnolo è caldo, noi vogliamo riprenderci dalla sconfitta contro Jesi e, soprattutto, riprendere il ritmo partita dopo lo stop per le nazionali. Ci stiamo allenando bene e mi attendo una gara tosta fisicamente. L’unica insidia è, come anticipato, quella di riappropriarci del ritmo campionato oltre ad avere Veideman nella forma migliore”.
La notizia del giorno per Forlì è il ritorno in campo di Dane DiLiegro: per il centro italo-americano si conclude dopo oltre un mese lo stop post infortunio al tendine di Achille del 22 ottobre. Quanti minuti giocherà è difficile prevederlo, molto dipenderà dal ritmo della partita e dalle sue risposte. Di certo per Forlì si tratta di un recupero preziosissimo – tattico, fisco e anche psicologico – nel momento più delicato del campionato.
Forse ci eravamo tutti un po’ illusi che questo campionato fosse più alla nostra portata – ha detto in settimana il coach forlivese Giorgio Valli -. Regna invece un grandissimo equilibrio e gli episodi spesso fanno la differenza. Dobbiamo avere le giuste aspettative e con quelle essere sereni, tranquilli e volenterosi: ci dobbiamo volere tutti più bene, io per primo”.
Le due sconfitte consecutive che portano al match con Udine sono di fatto un unicum nella fin qui soddisfacente stagione biancorossa, con la striscia 2-3 senza DiLiegro tutt’altro che disastrosa e l’ottavo posto in classifica a confermare che la strada è quella giusta. Certo, con Dane le cose sarebbero potute essere e saranno diverse. Magari già da oggi.
Il rientro di Dane avrà un impatto anche sul morale – ha spiegato capitan Riccardo Castelli, ex di turno (nella foto premiato al torneo estivo di Lugo) -. Avere il 5 titolare in area che può darci una mano, sia dietro che davanti: ci è mancato. I suoi chili si fanno sentire. Io ritroverò qualche ex compagno e coach Lardo: sarà un piacere”.
Gli altri incontri della 10° giornata – Sabato 2 dicembre ore 20,30: XL Extralight Montegranaro-Dinamica Generale Mantova. Domenica 3 ore 12,00: De’ Longhi Treviso-Consultinvest Bologna. Domenica 3 ore 18,00: Bondi Ferrara-Alma Trieste, Assigeco Piacenza-Agribertocchi Orzinuovi, OraSì Ravenna-Tezenis Verona, Roseto Sharks-Termoforgia Jesi, Andrea Costa Imola-Bergamo.
La classifica – Alma Pallacanestro Trieste* 16, XL Extralight Montegranaro* 14, Consultinvest Bologna 14, Termoforgia Jesi 12, G.S.A. Udine* 10, OraSì Ravenna 10, Bondi Ferrara 10, De’ Longhi Treviso 8, Unieuro Forlì 8, Tezenis Verona 8, Dinamica Generale Mantova 8, Assigeco Piacenza* 6, Andrea Costa Imola Basket 6, Bergamo* 4, Agribertocchi Orzinuovi 4, Roseto Sharks* 0 *Una gara in meno.

Riccardo Fantini


 

I Tigers a Vicenza in cerca di conferme e dell’aggancio in classifica

Basket serie B – Appena due punti sopra ai 10 collezionati ad oggi dai Tigers, Vicenza rappresenta un’occasione importante per capitan Agatensi e compagni per dare continuità alla vittoria interna nel derby contro Lugo, giunta dopo tre sconfitte consecutive. Tigers dunque in cerca di conferme che darebbero la possibilità agli arancioneri di attestarsi nelle parti alte di una classifica che in cima risulta molto sgranata con cinque squadre in otto punti.
Tornare da Vicenza con il referto rosa in tasca, per coach Di Lorenzo vorrebbe dire iniziare bene un ciclo terribile di tre partite contro squadre che sopravanzano Forlì in classifica e che vedrà mercoledì sera, ne turno infrasettimanale, sbarcare al Villa Romiti il grande ex di turno Rombaldoni, prima di andare a fare visita alla Crema di coach Salieri quarta in classifica.
Con l’unica partita persa in casa fino ad oggi rappresentata dal 64–65 contro Piacenza, la Pallacanestro Vicenza ha dimostrato quanto faccia del PalaRewatt il proprio punto di forza in questa stagione. Non sarà dunque per niente semplice per Forlì, che proprio in trasferta ha dimostrato i propri limiti, tornare dal Veneto con due punti in più in classifica.
Reduce dal pesantissimo 83–51 di Cento, la formazione di coach Silvestrucci si aggrapperà con forza all’inviolabilità delle mura amiche facendo leva sui maggiori punti di forza dei biancorossi come la capacità di far girare bene la palla in attacco. Proprio questo potrebbe fare la differenza in una partita in cui si affrontano due squadre dalla statistiche praticamente sovrapponibili.
Quanto ai singoli, i ragazzi di coach Di Lorenzo dovranno fare attenzione ad un intero quintetto altamente competitivo guidato dalle torri Diego Corral, 15 punti e quasi 8 rimbalzi a partita, e Andrea Campiello, 13,1 e 5,4 rimbalzi di media.
Palla a due al PalaRewatt di Vicenza all ore 18:00. Arbitrano i signori Giovannetti di Rivoli (TO) e Falcetto di Claviere (TO).

Massimo Framboas