Viabilità: le situazioni di pericolo a Carpena

0

Numerosi cittadini di Carpena ci hanno segnalato diverse situazioni pericolose nelle vie del loro quartiere. Tale rischio, però non si limita soltanto ai residenti, ma anche a quelli che usufruiscono delle strade di Carpena tutti i giorni e utilizzano ad esempio l’attraversamento pedonale di via Decio Raggi. La viabilità non dovrebbe mai mettere a repentaglio la vita delle persone, ma la dovrebbe tutelare. A questo punto ci sorge spontanea una domanda: come mai il Comune di Forlì non ha ancora provveduto a mettere in sicurezza i suoi abitanti? Non è concepibile l’idea che prima di intervenire attivamente e concretamente si debba mettere a rischio la vita dei propri concittadini. La viabilità, l’accessibilità e la sicurezza sono il frutto di una collaborazione attiva da parte dei residenti e non, che attraverso piccoli accorgimenti possono migliorare la condizione attuale e futura della propria città. Il video (cliccate sull’immagine sopra per vederlo) trasmette più di molte parole e per questo il gruppo della “REDazione” è diventato ancora una volta reporter per un giorno, mettendo in evidenza il rischio che si corre ogni volta per svolgere semplici azioni quotidiane. Noi forlivesi non possiamo permettere che l’amministrazione comunale non ascolti la voce degli abitanti della sua città. A questo proposito è indispensabile una collaborazione continua e attiva fra la giunta comunale e i cittadini.
Secondo noi è necessario modificare la tendenza tutta italiana di aspettare un evento di cronaca nera prima di agire e per questo dobbiamo far sentire sempre più la nostra voce!

Alessandro Valmori, Federica Lasco, Anna Maria Faggi, Paola Negosanti, Andrea Cerreti, Giulia Grigi

CONDIVIDI
Articolo precedente"Il malato immaginario" al Ridotto del Diego Fabbri
Articolo successivoAvolio: «Per la questione dei conigli del parco urbano partirà una denuncia in Procura»
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).