lions forli

Il Lions Club Forlì Host continuerà a sostenere il “Progetto Margherita – Mia Mamma è bellissima“, l’iniziativa promossa dall’Istituto Oncologico Romagnolo che consente di donare parrucche alle donne che devono affrontare il delicato momento della caduta dei capelli in seguito a cure oncologiche. Il Forlì Host lo farà con ulteriori momenti di sensibilizzazione rivolti ai cittadini e con atti concreti, come avvenuto nei giorni scorsi quando una delegazione del club, guidata dal presidente Gabriele Zelli, ha consegnato a Fabrizio Miserocchi, direttore generale dello Ior, 1.550 euro, contributo che si è aggiunto agli 800 euro raccolti dai volontari Ior in occasione di un concerto promosso dal Forlì Host. Il presidente Zelli, durante la visita alla nuova sede forlivese dell’Istituto, ha consegnato anche le frasi di speranza, elaborate da socie o moglie di soci, che “accompagneranno” le oltre 25 parrucche che potranno essere predisposte. Le frasi sono le seguenti: “Gli occhi con i quali un bimbo guarda la propria mamma sono un prodigio e noi vorremmo che questa emozione non finisse mai“; “I capelli illuminano il viso di una donna. L’amore e la solidarietà illuminano la sua anima. Insieme illumineremo il suo sorriso“; “Care Amiche, affrontiamo il cancro e sconfiggiamolo insieme senza rinunciare a essere noi, sempre belle e ottimiste“. L’illustrazione delle attività dello Ior, la visione di un filmato promozionale del “Progetto Margherita – Mia Mamma è bellissima” e la presentazione delle frasi hanno suscitato in tutti i presenti una forte commozione e la consapevolezza che la lotta contro i tumori deve essere portata avanti su diversi piani, da quello medico-scientifico a quello della prevenzione, da quello della sensibilizzazione ad adottare stili di vita più sani a quello della ricerca scientifica che può essere effettuata anche grazie alle tante donazioni dei cittadini.

CONDIVIDI
Articolo precedenteL'Unieuro a Brescia in cerca del primo raid esterno
Articolo successivoLa Giunta di Forlì ha approvato lo schema di bilancio di previsione 2018
Ex sindaco di Dovadola, classe 1953, dal 1978 al 1985 dipendente del Comune di Dovadola. Come volontario in ambito culturale è stato dal 1979 al 1985 responsabile della programmazione del Cinema Saffi e dell'Arena Eliseo di Forlì e dal 1981 al 1985. Coordinatore del Centro Cinema e Fotografia del Comune di Forlì. Nel giugno 1985 eletto Consigliere comunale e nell'ottobre 1985 nominato Assessore comunale di Forlì con deleghe alla cultura e allo sport. Da quell'anno ha ricoperto per 24 anni consecutivi il ruolo di amministratore dello stesso Comune assolvendo per tre mandati le funzioni di Assessore e per due a quella di Presidente del Consiglio comunale. Dirigente e socio di associazioni culturali, sociali e sportive presenti in città e nel comprensorio. Promotore di iniziative a scopo benefico. E' impegnato a valorizzare il patrimonio culturale, storico e artistico di Forlì e della Romagna. A tale scopo dal 1995 ha organizzato una media di oltre 80 appuntamenti annuali, promuovendo anche interventi di recupero del patrimonio architettonico di alcuni edifici importanti o delle loro parti di pregio. Autore di saggi e volumi, collabora con settimanali, riviste locali e romagnole. Dirigente dal 1998 di Legacoop di Forlì-Cesena in qualità di Responsabile del Settore Servizi. Nel 1997 è stato insignito dell'onorificenza di Cavaliere Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana.