Piazza Saffi foto di Renzo Zilio

Ho ricevuto nella giornata di oggi, in qualità di presidente del coordinamento soci di Livia Tellus, la comunicazione della mancata disponibilità da parte di Gianfranco Marzocchi alla possibile riconferma alla presidenza della holding” (foto di Renzo Zilio). Questa la dichiarazione di Mauro Grandini presidente del coordinamento soci di Livia Tellus Romagna Holding, che precisa quanto segue. “La decisione che mi è stata comunicata – prosegue Grandini – è strettamente correlata alle vicende delle ultime settimane ed al mancato consenso unanime da parte dei soci. Rinnovando l’apprezzamento per il lavoro svolto dal presidente uscente, prendiamo atto della scelta assunta, consapevoli del fatto che siamo ora chiamati ad individuare nuove figure che possano garantire la continuità delle azioni in essere. Il Consiglio di Amministrazione e il presidente Marzocchi rimarranno in carica per l’ordinaria amministrazione fino alla nomina del nuovo CdA che dovrà avvenire secondo i tempi prescritti dalla normativa comunque entro Natale”.
Sulla vicenda interviene il sindaco di Forlì, Davide Drei. “Ho appreso con rammarico la decisione maturata da Gianfranco Marzocchi – afferma Drei – che ritengo comunque comprensibile rispetto al clima e ai fatti recenti. Sono convinto che gli importanti risultati sin qui ottenuti, ed in via di ottenimento (in ordine alla redditività delle società a beneficio dei Comuni, alla razionalizzazione e agli interventi su ereditate situazioni societarie critiche e a progetti innovativi e strategici di rilevanza nazionale), confermino la bontà della scelta che ci aveva portato ad individuare in Marzocchi la figura adatta a ricoprire tale ruolo”.
Ringraziandolo per il lavoro svolto fino ad ora – conclude il sindaco – auspico, anche in prospettiva che la sua esperienza e la sua professionalità possano essere utili alla vita della nostra comunità. Congiuntamente agli altri sindaci, sapremo dare valore e sviluppare i progetti fin qui realizzati, primo tra tutti quello relativo ad Alea Ambiente, che ha avuto in Gianfranco Marzocchi un primo artefice e un fondamentale punto di riferimento”.