Paolo Battaglia La Terra Borgese e Cecchi Paone

L’appuntamento aperto al pubblico il Grande Oriente d’Italia Giurisdizione Massonica di Palazzo Giustiniani lo ha fedelmente rispettato ieri nella città dei Templi, rileva il critico d’arte Paolo Battaglia La Terra Borgese che vi ha assistito preso dalla gioia di incontrare il Ven.mo Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia Stefano Bisi, il presidente del Collegio dei MM. VV. della Sicilia Antonino Recca, il giornalista Alessandro Cecchi Paone e, non ultima, la docente universitaria e antropologa Desirée Pangerc. Nella ricca cornice dell’Hotel Akrabello di Agrigento, sono convenuti massoni da tutta Italia unitamente al pubblico che ha potuto partecipare liberamente e senza vincoli d’ingresso, dando luogo ad una manifestazione degna di nota e di merito per il numero e la qualità dei partecipanti. 380 le persone presenti tra massoni e non massoni. Gli interventi a tema col titolo del convegno “La porta del Mediterraneo: Immigrazione ed integrazione”, hanno puntato tutti verso una Coscienza universale che faccia comprendere quanto siano folli le divisioni, in razze ed etnie, i conflitti e le disuguaglianze. “Un coraggioso afflato muova le nostre intelligenze verso più nobili principi di coesione universale” è la sintesi del lungo ed illuminate intervento del Gran Maestro Stefano Bisi che ha richiamato tutti al dovere di essere presenti in questo momento che è un momento difficile, un momento in cui realmente c’è da riflettere su quanto discusso, in modo profondo e molto serio.

CONDIVIDI
Articolo precedenteArrestato dalla Stradale 39enne con decreto di espulsione e appropriazione indebita
Articolo successivoPresentazione del libro “Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna” volume 2
Paolo Battaglia La Terra Borgese (Piazza Armerina, 28 luglio 1960) è un critico d'arte italiano. Cura, per conto di pittori e scultori, quotazioni ufficiali, critiche d’arte, pubblicazioni, libri, bibliografie, mostre in enti pubblici e privati, l’acquisizione di opere d’arte nel patrimonio artistico di Enti Pubblici, comunicazioni stampa. Crea interviste agli artisti con giornalisti anche televisivi, manifestazioni, intermediazioni culturali tra Enti Pubblici e Artisti. Ha fondato nel 2011 il Premio Arte Pentafoglio, onorificenza orientata ad insignire annualmente Capi di Stato e di Governo, vertici delle Istituzioni Civili e Militari, Artisti, Letterati e Scienziati di chiara fama, eccellenti operatori commerciali ed economici, alti prelati e comuni cittadini che, spesso nell’ombra, si sono impegnati nel volontariato in difesa dei diritti umani, della legalità e della pace, testimoniando così la continua elevazione dell’Umanità attraverso l’operosità e la cultura. La natura del Premio Arte Pentafoglio e delle sue istituzioni è umanitaria, filosofica e morale. È dotato dell'immagine del Myosotis, fiore a cinque petali conosciuto come “Non ti scordar di me”. Si fregia della Bandiera Italiana.