Baskers Forlimpopoli

Baskers Forlimpopoli – Internazional Imola: 72-69

Serie D – Dopo cinque sconfitte consecutive, tornano alla vittoria i Baskérs Forlimpopoli nello scontro salvezza contro l’International Imola in una gara sempre in equilibrio e decisa solo all’ultimo tiro.
In avvio, i forlimpopolesi partono forte e trascinati da un positivo Cortini si portano subito avanti, ma gli ospiti restano sempre ad un’incollatura coi canestri di Dirella e Lucchi.
Nel secondo quarto, la partita cambia faccia: Imola inizia a difendere forte, Cai trova interessanti pertugi nell’area di casa e Ginevri segna la bomba del sorpasso (28-29), mentre i padroni di casa arrancano terribilmente sia in difesa che nella metacampo offensiva dove faticano oltremodo a fare gioco.
Dopo la sfuriata di coach Rustignoli negli spogliatoi, sono dei Baskérs decisamente più aggressivi quelli che tornano in campo nella ripresa, anche se la difesa continua a concedere troppi spazi ad un Lucchi ispiratissimo. In attacco, però, nonostante tante iniziative individuali, si inizia a girare: Cortini trova canestri importanti, Totaro si unisce alla festa e Brunetti segna sul finire del parziale il canestro del sorpasso.
L’ultimo quarto è un valzer di sorpassi e controsorpassi, con i Baskérs che guidano sempre ma vengono raggiunti sul pari 67 da un gioco da tre punti di Dirella. Prima due liberi di Cortini, poi la bomba di Brunetti, però, sembrano dare la vittoria ai forlimpopolesi.
In 30″, però, succede di tutto: prima Biffi sbaglia i liberi per chiudere la partita, poi viene concesso a Lucchi di accorciare le distanze, poi i Baskérs sbagliano la rimessa decisiva e infine lasciano a ancora a Lucchi la bomba dell’overtime. Fortunatamente la conclusione trova solo il ferro, così può partire la festa.

Baskers Forlimpopoli: Pinza 5, Marzolini, Bourkadi 3, Ronci, Cristofani 4, Cortini 25, Picone, Totaro 23, Neri, Biffi 2, Poggi, Brunetti 10. All. Rustignoli.
International Imola: Zaccherini ne, Lucchi 24, Dirella 15, Wiltshire 2, Scagliarini 4, Ciampone, Cai 13, Foronci 4, Montanari 2, Ginevri 5. All. Pillastrini.
Parziali: 19-15; 30-36; 56-55.



Scotti Empoli – Tigers Rosa 66 – 44

Basket A2. Esce sconfitta la squadra forlivese di coach Castelli dal campo di Empoli dove le padroni di casa confermano la loro forza mantenendo saldo il primato in classifica.
Per le nero arancio, dopo un avvio confortante (8–9 al 5′), una gara di sofferenza con modeste percentuali al tiro e le soluzioni di attacco concentrate sulla concretezza di Olajide e la precisione dalla lunga distanza di Zavalloni (3/4 da tre punti).
Il break toscano arriva nella fase centrale del match (18-4) e le romagnole, costrette ad inseguire, si complicano la vita con un numero eccessivo di palle perse. Per le Tigers Rosa bene invece la difesa a zona 3/2, che ha fatto vedere buone cose anche per il futuro.
Il match si chiude con il 66-44 per la USE Rosa Empoli e l’amaro commento di coach Castelli:”Siamo partiti bene ed anche la difesa a zona ci ha aiutato, poi alcuni errori gratuiti e la scarsa serata al tiro ha accentuato la nostra sterilità offensiva. Nonostante l’avversario davanti a noi fosse molto forte era nelle nostre corde la possibilità di fare meglio. Cercheremo di capire dove poter intervenire per non subire break così importanti che poi condizionano la partita. Le ragazze possono fare di più …anche come atteggiamento mentale… è il momento di usare più sciabola e meno fioretto”.

Scotti Empoli: Rossellini 11, Calamai 3, Gimignani 2, Chiabotto 10, Pochobradska 7, Lucchesini 8, Francalanci 2, Malquori, Caparrini, Manetti 6, Narviciute 9, Brunelli 8. All.: Cioni.
Tigers Rosa Forlì: Fabbricini, Zampiga, Gramaccioni 6, Olajide 12, Zavalloni 9, Pieraccini 9, Gentile, Garaffoni, Melandri 2, Missanelli 6, Ragazzini. All.: Andrea Castelli.
Parziali: 17-12; 17-6; 16-13; 16-13.