Unieuro Forlì – Andrea Costa Imola Basket: 76-63

I biancorossi padroni di casa vincono la prima partita di campionato che li vedeva opposti ad Imola per 76 a 63 sembrando a tratti involuti e poco cinici in attacco. Le due compagini approcciano la partita (foto di Massimo Nazzaro) in maniera contratta e la gara ne risente sul piano della spettacolarità. Al 5’ minuto il punteggio vede gli uomini da Cavina avanti di un’incollatura (8-7). Protagonisti di questa prima parte della partita sono Naimy da una parte e Alviti dall’altra; il play forlivese anche a causa del fatto che i compagni non paiono ispiratissimi nella metà campo offensiva si prende molte responsabilità anche dal punto di vista della finalizzazione: 5 degli 7 punti forlivesi sono suoi. Dall’altra parte l’ala laziale mette a referto 4 punti, ma deve prematuramente abbandonare il campo a causa delle due penalità personali che gli arbitri gli assegnano. La panchina forlivese chiama time out e immediatamente dopo arriva una palla persa in attacco; Imola scappa sul +4, Valli abbassa il quintetto e con 4 esterni più Fallucca ritrova la parità a quota 14 con cui le due squadre vanno al primo mini riposo. Al rientro Penna, autore di una buona gara, riporta i suoi davanti, per tutta risposta Forlì che sembra trovare maggiore fluidità e il gioco di squadra piazza un parziale di 6 a 0, ma a complicare i piani della panchina di casa arriva il terzo fallo di Castelli che deve necessariamente abbandonare temporaneamente la contesa. Al 15’ la partita è in equilibrio (24-22); l’Unieuro continua ad evidenziare problemi nella metà campo offensiva ma tiene grazie alla difesa. L’Andrea Costa impatta ancora a quota 24 grazie a Prato. Altro parziale dei forlivesi che porta gli uomini di Valli sul +6 , tre punti a testa di Severini, Bonacini e Fallucca.
Proprio quando sembra prendere ritmo offensivo l’Unieuro si vede fischiare un fallo tecnico a Jackson per proteste, così gli ospiti riprendono verve e Prato e Penna li riportano a contatto. Sul finire del primo tempo (33-32) è l’ala ex Chieti a fissare il punteggio del 20’ sul 36 a 32 grazie ad una conclusione dalla lunga distanza. Buon impatto nel primo tempo forlivese anche da parte di Severini e De Laurentiis che difensivamente hanno portato il loro mattoncino alla causa, il primo occupandosi di Bell, il secondo facendo sentire la propria voce in ambo i lati del campo.
Il secondo tempo comincia con un botta e risposta, Bell risponde a Naimy ma è un fuoco di paglia, la partita della guardia americana continua ad essere incolore anche a causa della buona difesa che gli uomini di Serra e Valli gli riservano.
Il playmaker di Forlì continua ad imperversare e grazie alle sue scorribande la squadra di casa sembra poter mettere le mani sulla gara anche se sciupa la palla del vantaggio in doppia cifra buttandola malamente. Vantaggio in doppia cifra che verrà raggiunto poco dopo grazie ai 2 punti di Severini appoggiati al vetro. In questo frangente della partita i romagnoli arrivano fino al +13 e capitan Castelli, rientrato in campo nel secondo tempo ha un buonissimo impatto sui suoi. Imola però ha la forza di reagire e di chiudere alla terza sirena sotto solo di 9 punti grazie ad una bomba di Prato, il tabellone segnerà 57 Forlì, 48 per Maggioli e compagni. Il quarto finale parte meglio per gli ospiti che ritrovano per un attimo Bell e si portano a -7 ma è effimero, gli emiliani sprecano tre palloni per portarsi a -5 o addirittura a -4 dai padroni di casa e Forlì ritrova un rassicurante +10 grazie a Naimy sul 60 a 50.
Per molto tempo Imola non segna e a chiudere la partita sono due azioni con protagonista Dane Diliegro che porta i suoi sul +14. L’Unieuro non è cinica e non dilata la differenza canestri maggiormente a proprio favore. L’Andrea Costa riprende a segnare ma non riesce a ricucire il disavanzo più di tanto anche perché un Jackson fino a quel momento silente mette un paio di canestri da lontano e respinge ogni tentativo di riavvicinamento.
Forlì non convince del tutto offrendo una prova luci ed ombre ma porta comunque a casa due punti importantissimi. Le buone prestazioni di Naimy, Fallucca e Severini rappresentano un buon viatico per questo inizio di campionato per la squadra biancorossa.

Unieuro Forlì: Naimy 22 (3/9, 4/8), Jackson 13 (2/3, 3/8), Fallucca 10 (2/2, 2/4), Diliegro 8 (3/6, 0/1), Castelli 8 (3/4, 0/3), De Laurentiis 8 (3/4), Severini 5 (2/4, 0/1), Bonacini 2 (1/2, 0/1), Thiam, Campori. All. Valli.
Tiri liberi: 11/14 – Rimbalzi: 32 (5+27) – Assist: 13.
Andrea Costa Imola Basket: Penna 12 (6/10, 0/2), Prato 11 (2/4, 2/5), Wilson 9 (3/7, 0/3), Alviti 9 (1/3, 2/5), Bell 8 (1/7, 1/7), Maggioli 8 (4/4, 0/1), Simioni 4 (2/3), Gasparin 2 (1/2), Toffali, Rossi, Cai. All. Cavina.
Tiri liberi: 8/10 – Rimbalzi: 33 (12+21) – Assist: 12.
Parziali: 14-14; 22-18; 21-16; 19-15.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl Poderi Dal Nespoli è Campione d'Italia, 4° scudetto in bacheca
Articolo successivo'Umarell' e cantieri
Diplomato al liceo Fulcieri Paolucci de Calboli di Forlì, nel lontano 1997, intraprende gli studi di Scienze dell'Informazione di Cesena in cui consegue la Laurea nel marzo del 2002. Dopo varie esperienze lavorative nel ramo dell'informatica presta la sua opera come programmatore all'interno del servizio informatico dell'Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (I.R.S.T.) S.r.l. La sua vita senza la musica, lo sport e la ginnastica sarebbe stata monotona ma... Dicono di lui: "Chiedetelo agli altri...". Dice di lui: "Ciò che non ti uccide ti fortifica... Tutte cazzate"!